Nuova ordinanza anti-covid per 6 regioni. Nessun cambio di colore: Puglia e Sicilia ancora arancioni

venerdì 20 Novembre 13:37 - di Redazione

Nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza. Entrerà in vigore oggi e rinnova le misure anti-Covid adottate per Calabria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta. Sarà valida fino al 3 dicembre, “ferma restando la possibilità di nuova classificazione prevista dal decreto del presidente del Consiglio del 3 novembre”. La Puglia e la Sicilia rimangono in zona di rischio ‘arancione’. Nessun passaggio al rosso, come si ipotizzava.

Nuova ordinanza anti-covid da oggi al 3 dicembre

Le misure restrittive – spiega il ministro – “sono l’unico vero strumento che ora abbiamo per abbassare il contagio e metterlo sotto controllo. E’  evidente che provocano sacrifici sul piano economico e culturale. Ma come mostrano i numeri preliminari degli ultimi giorni nel nostro Paese, dimostrano di funzionare. Abbiamo, nell’ultima settimana, un livello di Rt, o indice di diffusione del contagio, sceso rispetto alla settimana precedente e oggi verranno presentati nuovi dati”.

Prime dosi di vaccino a gennaio per il personale sanitario

Parla di luce in fondo al tunnel. “Ma bisogna avere un approccio prudente. Abbiamo agenzie istituzionali, sia su piano europeo che nazionale, che dovranno seguire con la massima cautela le procedure di validazione di vaccini e cure, ma i dati che vediamo ci lasciano ben sperare”. Ottimismo misto al realismo. Speranza dovrebbe essere consapevole che il Paese è sotto choc, che l’economia è al collasso, che il Natale è alle porte, che la confusione regna sovrana. E che le tante “campane” e le dichiarazioni altalenanti del premier e dei virologi hanno stancato gli italiani. “Potremmo essere nelle condizioni – ha aggiunto Speranza – nei primi mesi del 2021 di avere le prime dosi. La distribuzione vedrà come primi beneficiari il personale sanitario e poi le persone in ospedale e Rsa“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica