Set 18 2020

Girolamo Fragalà @ 09:31

Milano, subito scarcerato l’immigrato autore della rapina in metro: in cella solo per qualche ora

La vicenda aveva creato sconcerto a Milano. Ed è quella dell’immigrato marocchino che – dopo aver cercato di rapinare una donna della sua borsa – era stato colpito con un pugno in volto da un passeggero. Che poi l’aveva immobilizzato in attesa dei carabinieri. Ma il rapinatore era caduto momentaneamente in coma in ospedale. Aveva un tasso alcolico alto.. Si era poi ripreso e aveva fatto ingresso nel carcere di Monza.

Milano, dal tribunale niente convalida per l’arresto

L’uomo, 23 anni, disoccupato, in cella è rimasto pochissimo. Il giorno dopo era già fuori dalla galera. Niente convalida, perché il tribunale ha considerato illegittimo l’arresto. Secondo il magistrato, non era infatti avvenuto in flagranza di reato e la ricostruzione dei carabinieri e del testimone non trovava conferme totalmente nelle immagini delle telecamere della metro e soprattutto dalla vittima, che si era allontanata subito dopo il tentato scippo.

La vittima ha presentato denuncia

La vittima, una trentenne, ha comunque presentato denuncia confermando la ricostruzione dei testimoni e dei militari. Il che consentirebbe di tornare sulla vicenda. Il problema è che il rapinatore non ha un domicilio ed è difficile ritrovarlo.

[premium level=”1″ teaser=”yes” message=”Per continuare a leggere l’articolo”]

Il sindaco di Sesto: «Ringrazio i carabinieri ma…»

Fatto sta che l’immigrato marocchino è tornato libero. Proprio per questo sono scoppiate le polemiche. Il sindaco di Sesto San Giovanni ha appreso con forti perplessità la notizia: «Il rapinatore è stato scarcerato dopo aver molestato una donna seguendola e tentando di rubarle la borsa. Ringrazio i carabinieri per il costante presidio del territorio e ringrazio anche il ragazzo che ha bloccato il rapinatore. Ha infatti evitato ulteriori conseguenze visto l’atteggiamento aggressivo dell’immigrato marocchino nei confronti della donna».

In provincia di Milano arrestato un immigrato

Si fa luce su un altro caso. Nel settembre 2019 aun immigrato tunisino veva aggredito e derubato un ragazzo di 18 anni a bordo di un treno. Gli aveva strappato lo smartphone. A un anno di distanza i carabinieri lo hanno arrestato in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare con l’accusa di rapina. In manette un 22enne residente a Paderno Dugnano, in provincia di Milano.

La rapina a bordo di un treno

Il giovane era già noto alle forze dell’ordine e ha precedenti per reati contro il patrimonio. A incastrarlo le immagini delle telecamere di videosorveglianza a bordo del vagone. La rapina ha avuto luogo a bordo di un convoglio che da Saronno era diretto a Milano Cadorna. Il malvivente aveva avvicinato ol viaggiatore e lo aveva aggredito per derubarlo. Il rapinatore poi era fuggito via ma grazie alle indagini e ai fotogrammi è stato individuato e arrestato.

[/premium]