Ago 01 2020

Antonella Ambrosioni @ 13:05

Il video che incastra Toninelli: «Io, Salvini e Conte, lavoro di squadra su Open Arms» (video)

Ops…roba da non credere. Le ultime parole famose di Toninelli. Era il 18 maggio 2019. Figura barbina. Un video in cui l’ex ministro delle Infrastrutture sbugiarda se stesso. Un video che andrebbe portato come elemento determinante ai magistrati  a riprova della collegialità del governo gialloverde. Sulle decisioni di non far sbarcare la nave Open Arms basterebbero queste  dichiarazioni a scagionare Salvini dalle accuse. O, quantomeno, chiamare in correità gli altri membri del governo di allora. Toninelli deve avere fatto il ministro a sua insaputa, se oggi spara veleno a fiumi contro Salvini, plaudendo il rinvio a giudizio del leader della Lega. Dottor Jeckill e mister Hyde. Insomma, la solita figuraccia. Per carità, lui è un gaffeur nato, ma neanche il buonsenso di andarsi a rivedere cosa diceva un anno fa. E’ il colmo della comicità.

Toninelli: “Abbiamo fatto un buon lavoro di squadra”

Tutto da ascoltare. Anzi,  Toninelli rivendicava che anche lui aveva avuto un ruolo importante sul caso Open Arms. Quando infatti nel video si avvicinano per intervistarlo e gli chiedono: “Ha deciso Conte o Salvini?”, lui si secca. E’ evidente dall’espressione. “Io gestisco la parte della sicurezza. Salvini garantisce l’ordine pubblico. Non Salvini,  ma Salvini i sieme al sottoscritto e il premier Conte abbiamo ridotto gli sbarchi in modo considerevole. Stiamo facendo un buon lavoro di squadra”.

Anzi, terminava l’intervista rivendicando vieppiù l’orgoglio italiano in materia di immigrazione e di chiusura dei porti: “Finalmente l’Italia a testa alta nei confronti dell’Europa”. La figuraccia, del resto è tutta grillina, che nelle dichiarazioni di voto “dimenticò” qual era la posizione del governo Conte 1. Siamo alla farsa finale e il protaginista non poteva che esserne Danilo Toninelli.