Giu 30 2020

Girolamo Fragalà @ 08:07

Immigrato nordafricano alcolizzato e drogato terrorizza la gente per strada con un coltello

Di nuovo momenti di paura per chi pacificamente esce per una passeggiata con i familiari. Un immigrato nordafricano ha iniziato a minacciare i passanti con un coltello. È accaduto a Cinisello Balsamo. Le urla dei passanti, terrorizzati, hanno richiamato l’attenzione dei carabinieri che erano in giro per i controlli. Giunti sul posto, i militari hanno rintracciato il marocchino di 37 anni, senza fissa dimora e pregiudicato per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti.  L’uomo ha iniziato a inveire contro di loro minacciandoli.

I carabinieri disarmano l’immigrato nordafricano

A quel punto i carabinieri hanno tentato di bloccare l’immigrato nordafricano e l’hanno disarmato arrestandoko per resistenza e minaccia a pubblico ufficile, minaccia aggravata e porto di armi e oggetti a offendere. Era in stato di alterazione psicofisica, ragion per cui l’hanno portato all’ospedale di Sesto San Giovanni dove è risultato positivo sia all’alcool che agli stupefacenti.

Portato nelle camere di sicurezza

Dopo essere stato curato e dimesso è stato condotto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Sesto San Giovanni.

[premium level=”1″ teaser=”yes” message=”Per continuare a leggere l’articolo”]

A Mantova manette a un altro immigrato nordafricano

Ma non solo. I poliziotti di Mantova hanno fatto scattare le manette ai polsi di un altro immigrato nordafricano. Si tratta di un tunisino di 23 anni, arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Brescia. Aveva avuto  una condanna definitiva per lesioni personali aggravate, commesse il 7 aprile 2013 a Mantova, in concorso con altri complici.

Numerosi i precedenti penali

L’immigrato nordafricano era già conosciuto alle Forze dell’Ordine e aveva a suo carico numerosi precedenti penali. Tra questi, produzione e spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali aggravate e furto aggravato. Gli agenti l’hanno condotto immediatamente in Questura . Poi l’hanno accompagnato alla Casa Circondariale di Mantova, dove dovrà scontare la pena di un anno e tre mesi di reclusione.

Procedure per l’espulsione

Su disposizione del Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori, l’Ufficio Immigrazione della Questura ha dato inizio alle procedure finalizzate a procedere alla espulsione dello straniero, una volta scontata la pena che gli è stata inflitta.

[/premium]