Giu 30 2020

Girolamo Fragalà @ 08:48

Gianfranco Vissani contro il governo: «Dicono stupidaggini e giocano a carta vince, carta perde»

Un nuovo scontro in tv. I protagonisti sono Gianfranco Vissani e il deputato renziano Gennaro Migliore. Accade a Stasera Italia, il programma d’informazione di Retequattro. Sotto accusa il governo giallorosso, che ha lasciato allo sbando gli imprenditori e tanti italiani nonostante promesse su promesse fatte nelle tante conferenze stampa sotto i riflettori e le telecamere.

Gianfranco Vissani “stende”  il renziano Migliore

Il famoso chef parlava della situazione critica che stanno vivendo i ristoratori italiani. Alla questione del distanziamento e ai controlli rigidi si aggiunge infatti la riduzione drastica dei clienti. Nel contempo si naviga a vista sul tema dei finanziamenti e da parte dello Stato. A quel punto Gianfranco Vissani ha attaccato Migliore: «Tanto parlano di numeri e non ci capiscono niente. Dove sono questi soldi che arrivano continuamente in Italia? Per prendere 10mila euro bisogna passare per l’ufficio delle entrate. E lì ti ti dicono: Mi devi dare dei soldi. Ma come? Hai capito come funziona o fate i giochetti la carta vince e la carta perde. Noi non vediamo niente, inutile dire stupidaggini, dite la verità, è una vergogna».

Il governo non sgancia i fondi

Come pensa il governo di rimettere in moto l’Italia se non sgancia un euro?  La gestione dell’emergenza è stata scandalosa. Sono inaccettabili i ritardi nel pagamento della cassa integrazione e i fondi che non arrivano e si vedono con il binocolo. Migliore ha cercato di difendere il governo, senza però riuscirci. E Gianfranco Vissani, che per anni ha vestito i panni di cuoco sul piccolo schermo e critico televisivo, ha steso l’esponente renziano.

«Finitela con ‘sti teatrini»

«Il Governo sta guardando e sta facendo morire l’Italia», ha detto lo chef. «’Sti teatrini bisogna finirli. Ma quali 100 miliardi, 400 miliardi… bisogna andare sul serio. A settembre, ottobre, ci ritroviamo tutti a Roma, la gente sta morendo non ci sono scuse». Anche Daniele Capezzone ha puntato il dito contro Migliore: «Incassi 13mila euro il 27 del mese e fai il fenomeno».