Mascherine tricolori, il Corriere le regala per il 2 giugno. Non simbolo “populista” ma segno di orgoglio italiano

martedì 26 Maggio 15:32 - di Adele Sirocchi

Per la festa del 2 giugno il Corriere della sera regala ai suoi lettori una mascherina tricolore per ogni copia acquistata. Sicuramente una buona iniziativa, alla faccia di chi ha denigrato fino all’altro ieri le mascherine tricolori perché simbolo del popolo sovranista. Invece no, il tricolore è simbolo del popolo italiano  e giustamente si riprende il suo spazio anche nelle testate che non sono né sovraniste né populiste. Va ricordato inoltre che con le mascherine tricolori si sono svolte manifestazioni in diverse città contro i ritardi del governo Conte negli aiuti economici per la crisi sanitaria. La prima manifestazione l’ha fatta proprio Fratelli d’Italia, sotto Palazzo Chigi, in difesa delle categorie più colpite dalla crisi. Tutti i rappresentanti istituzionali, con Giorgia Meloni in prima fila, che indossavano le loro mascherine tricolori. Poi le proteste sono continuate in varie piazze italiane, e non sono mancati momenti di tensione con le forze dell’ordine a Roma. Ora la mascherina tricolore è però completamente sdoganata: con il Corriere, uno dei principali giornali italiani, che la dona ai suoi lettori. Del resto nei momenti più bui dell’emergenza sanitaria proprio il tricolore ai balconi ha rappresentato un segno di speranza per la comunità nazionale. Così come il canto dell’Inno di Mameli dai balconi, un momento che ha unito gli italiani da Nord a Sud del Paese. Zingaretti aveva detto che quella della mascherina sarà la moda dell’estate. Al momento è la mascherina tricolore la moda vincente. Un simbolo che si è imposto nell’immaginario. Metafora di speranza e di voglia di ricominciare, nel nome dell’orgoglio italiano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *