Olimpiadi di Tokyo, ecco le nuove date. Ma saltano i mondiali di molti sport

lunedì 30 Marzo 15:22 - di Davide Ventola
Olimpiadi

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 che sono state rinviate a causa dell’epidemia del coronavirus, si terranno dal 23 luglio all’8 agosto 2021. Lo ha detto il presidente del comitato organizzatore dei Giochi Yoshiro Mori. Il Comitato Olimpico Internazionale (Cio) e gli organizzatori delle Olimpiadi di Tokyo hanno concordato quindi il periodo in cui si svolgeranno i Giochi. Il presidente del comitato organizzatore Yoshiro Mori ha dichiarato che i Giochi si terranno esattamente un anno dopo rispetto a quanto inizialmente previsto, dato che le prime date di Tokyo 2020 erano dal 24 luglio al 9 agosto. Le Paralimpiadi inizieranno il 24 agosto e proseguiranno fino al 5 settembre, mantenendo lo stesso spazio. L’annuncio di oggi significa che i campionati del mondo 2021 in diversi sport, tra cui la vetrina degli sport olimpici di nuoto e atletica leggera, dovranno trovare nuove date.

Ma Tokyo 2020 non cambia logo

Lo slittamento si basa su alcuni punti fermi. In particolare, proteggere la salute degli atleti e di tutte le persone coinvolte contribuendo al contenimento del virus Covid-19. Salvaguardare gli interessi degli atleti e dello sport; valutare il calendario sportivo internazionale. Queste nuove date danno alle autorità sanitarie e agli organizzatori dei Giochi il massimo tempo possibile per affrontare una situazione in costante mutamento e le conseguenze della pandemia, ma garantiscono anche il vantaggio di ridurre al minimo gli effetti dell’interruzione forzata dell’attività sportiva e assicurano il tempo necessario per concludere le gare di qualificazione a Tokyo 2020. È stato inoltre confermato che tutti gli atleti gia’ qualificati e i posti nazione assegnati resteranno validi e, nell’estate del 2021, saranno adottate le stesse misure per il contenimento del caldo.

Vezzali: “La salute viene prima anche delle Olimpiadi”

“Credo che la cosa fondamentale per tutti sia il diritto alla vita, la salute viene prima di ogni altra cosa”.
Lo ha dichiarato Valentina Vezzali, ospite della Domenica sportiva su Raidue, a proposito dello slittamento dei Giochi olimpici di Tokyo al prossimo anno. “Le Olimpiadi non si sono disputate durante le guerre mondiali, adesso stiamo combattendo un nemico molto forte e il mondo deve fare squadra per sconfiggerlo.
Spostare l’evento di un anno non penso cambi la motivazione di un atleta” ha detto la pluriolimpionica della scherma italiana.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *