Sant’Angelo Romano, rapina in villa: famiglia “imprigionata” dai malviventi in camera da letto

giovedì 14 Novembre 11:46 - di Redazione
corruzione

Un’altra rapina in villa. L’ennesima. Stavolta a Sant’Angelo Romano. Un’intera famiglia finisce nelle mani dei delinquenti. Momenti di terrore. Tutto è accaduto tra le 19 e le 20,30. I rapinatori si sono introdotti nella villa mentre tutti erano all’interno. Erano in tre, armati di pistola, con il volto coperto da un passamontagna. Hanno fermato il proprietario che era sceso in garage e l’hanno costretto a consegnare le chiavi della porta.

I rapinatori nella villa di Sant’Angelo Romano

Dopo essere entrati, hanno chiuso l’uomo e i suoi familiari nella stanza da letto al primo piano. E hanno tolto a tutti i cellulari. Si sospetta che i rapinatori conoscessero la composizione della famiglia, perché avrebbero chiesto dov’era la seconda figlia, quale macchina aveva e a che ora sarebbe rientrata. La moglie ha riferito che uno dei componenti aveva l’accento dell’est. Prima di andarsene, aveva comunicato tramite un walkie talkie con un altro componente della banda, che non era presente. Gli aveva detto di tornare a prenderli con l’automobile.

Uno dei tre rapinatori aveva segni di bruciatura attorno agli occhi e alla bocca. Li si intravedevano dal passamontagna. Il bottino nella villa di Sant’Angelo Romano è stato corposo. Hanno rubato gli orologi Rolex, 100mila euro in contanti e una pistola modello Glock regolarmente detenuta dal proprietario della villa. Sul posto è poi intervenuta la Polizia scientifica per i rilievi. La villa ha un impianto di videosorveglianza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *