Giu 19 2019

Annamaria Gravino @ 14:48

Lollobrigida: «Il governo è al balletto del ridicolo, la Lega faccia scelte sovraniste» (video)

La lezione delle europee non è stata recepita dal governo. Nelle comunicazioni del premier Giuseppe Conte in vista del Consiglio europeo del 20 e 21 giugno sono mancate totalmente le istanze sovraniste, così fortemente sostenute dagli elettori con il proprio voto. A sottolinearlo è stato il capogruppo di FdI alla Camera, Francesco Lollobrigida, replicando alle comunicazioni dell’esecutivo.

«La Lega scelga l’opzione sovranista»

Lollobrigida ha ricordato che con il voto del 26 maggio gli italiani hanno «punito» le istanze del M5S, premiando invece «l’opzione sovranista: difendere l’interesse nazionale prima di ogni altra questione». Ma nell’intervento di Conte «non abbiamo colto un recepimento di queste istanze». Una questione che investe direttamente la componente leghista dell’esecutivo giallo-verde. «Noi – ha chiarito Lollobrigida – sottoscriviamo il 90% di quello che ha detto il capogruppo della Lega Molinari, ma quello che Molinari ha detto nella mozione di maggioranza c’è scritto per il 10%. Noi inviteremmo a modificare la risoluzione, per poterla votare con convinzione. Perché tra il dire e il fare c’è di mezzo il governo del compromesso».

Il governo al «balletto del ridicolo»

«Siamo ormai al balletto del ridicolo», ha quindi proseguito Lollobrigida, parlando dell’esecutivo. «Salvini la mattina dice una cosa, la sera Di Maio dice che va bene, e il ministro dell’Economia il giorno dopo dice il contrario», ha ricordato l’esponente di FdI. Un esempio per tutti: i minibot. «Il Parlamento italiano ha votato all’unanimità una mozione che chiedeva i minibot. Se c’è un atto del Parlamento il ministro dell’Economia lo mette in pratica, oppure si chiede al Parlamento di rivedere questa posizione. Non si può dire quello che ha detto Tria, che ha definito illegale quello che il Parlamento ha votato. Chiediamo anche a lei – ha concluso il capogruppo di FdI alla Camera – di esprimersi su questo argomento».