Mediolanum, chiesta l’archiviazione per Berlusconi: non ci fu nessuna corruzione

venerdì 5 aprile 13:05 - di Redazione

Ancora una delusione per i nemici del Cavaliere. Chiesta l’archiviazione dell’ex premier, Silvio Berlusconi nell’ambito dell’inchiesta sul Consiglio di Stato. Berlusconi era stato iscritto sul registro degli indagati per corruzione in atti giudiziari. La sentenza finita sotto la lente della procura di Roma era quella del 2015 che ha restituito al leader di Forza Italia le azioni di Mediolanum, che sia Bankitalia, in virtù della condanna del 2013, sia il Tar avevano imposto dil cedere. Insieme all’ex premier l’aggiunto Paolo Ielo e i pm Stefano Rocco Fava e Fabrizio Tucci hanno chiesto l’archiviazione anche per il relatore di quella sentenza, il giudice Roberto Giovagnoli. E per l’ex giudice del Consiglio di Stato, Nicola Russo, l’avvocato Francesco Marascio e l’ex funzionario di palazzo Chigi, Renato Mazzocchi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • LETTERIO SICLARI 6 aprile 2019

    Lo immaginavo che il cav. se la sarebbe cavata bene per l’nconsistenza delle accuse. Auguri

  • In evidenza

    contatore di accessi