Castelfiorentino, scaraventa la compagna incinta fuori dal furgone e la lascia a terra

lunedì 11 marzo 15:01 - di Mia Fenice

Un altro episodio di violenza. Urla, rabbia, paura. I carabinieri della Stazione di Castelfiorentino hanno arrestato un 34enne, residente in provincia di Arezzo, per maltrattamenti in famiglia nei confronti della convivente di 27 anni. Il tutto è avvenuto durante la scorsa notte a Castelfiorentino. In via Niccoli, un passante ha notato una coppia che stava discutendo animatamente vicino ad un furgone. L’uomo, ad un certo punto, ha afferrato la compagna per un braccio scaraventandola fuori dal mezzo, per poi ripartire velocemente abbandonando la giovane lungo la strada. Immediata la chiamata al 112 da parte del cittadino e l’arrivo della pattuglia della locale stazione dei carabinieri.

Che cosa è accaduto subito dopo
la prima aggressione a Castelfiorentino

Nel frattempo il conducente del furgone era però tornato sul posto e, dopo aver convinto la donna a risalire a bordo, l’aveva aggredita nuovamente prendendola a schiaffi e tirandola per i capelli: tutto questo per motivi di gelosia. I militari hanno intercettato il mezzo appena ripartito e, dopo aver ricostruito quanto accaduto, hanno arrestato il 34enne. La donna, in stato di gravidanza e sensibilmente scossa per quanto accaduto, è stata trasportata presso l’ospedale di Empoli dove è stata ricoverata per accertamenti. L’uomo invece è stato arrestato e portato al carcere di Sollicciano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *