La strategia di Toti: lancia la lista “arancione”, arruola Maroni e riparte

venerdì 1 febbraio 16:49 - di Redazione

Una lista civica “arancione” da lanciare a marzo e con cui correre per il secondo mandato da governatore in Liguria. La tinta è tutt’altro che originale – a sdoganare l’arancione fu il duo Ingroia-de Magistris, del premiato circuito politico-giudiziario -, ma Giovanni Toti è uomo pragmatico e più che le nuance gli interessano le alleanze. Una la proporrò molto probabilmente a Roberto Maroni, già braccio destro di Umberto Bossi, già ministro di Berlusconi e ora salvinano tiepido in attesa di tempi migliori. I due s’incontrano in queste ore a Genova ufficialmente per la presentazione del libro di Maroni.

Dopo Musumeci, Toti incontra l’ex-governatore lumbard

Ma sia i tempi dell’incontro sia i contenuti del confronto – autonomia territoriale, sistema delle regioni, governo e futuro del centrodestra – sembrano scelti apposta per spargere pepe sul rendez-vous genovese e per inserirlo a pieno titolo nella girandola di incontri e trattative, più o meno scoperte, sul futuro della coalizione, a cavallo tra le elezioni europee e i possibili risvolti che queste avranno nell’equilibrio tra i partiti e nuove possibili esperienze. L’incontro odierno con Maroni segue infatti quello di una settimana fa tra lo stesso Toti e Nello Musumeci, il governatore della Sicilia. Entrambi si sono detti entrambi disponibili a ragionare di possibili novità nel centrodestra e di nuovo schieramenti in grado di riunificarne tutte le anime.

A marzo l’annuncio ufficiale del nuovo soggetto

A loro potrebbe ora aggiungersi anche Maroni, cui va sempre più stretto il nuovo corso “nazionale” di Salvini e che vorrebbe perciò dar voce alle sempre più marcate perplessità dell’elettorato leghista del Nord. Ma è proprio questa sua condizione di “irregolare” che rende Maroni addirittura prezioso agli occhi di Toti, il cui vero obiettivo è svuotare il serbatoio elettorale degli “azzurri” in Liguria. In Lombardia, invece, ci sta pensando il governatore leghista Attilio Fontana: anche lui presenterà una propria lista alle amministrative del maggio prossimo. La tenaglia per stringere Berlusconi c’è. Vedremo chi avrà il coraggio di stringerla.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi