Camorra: catturato Ciro Rinaldi, detto”My Way”. È accusato di triplice omicidio

sabato 16 febbraio 16:03 - di redazione

Ciro Rinaldi, detto “My Way“, considerato a capo del clan contrapposto ai Mazzarella e attivo nel Rione Villa di Napoli è stato assicurato alla giustizia da una azione congiunta delle forze dell’ordine. Dopop anni di latitanza, nei suoi confronti sono state finalmente eseguite due ordinanze d’arresto. Una per il duplice omicidio di Raffaele Cepparulo e dell’innocente Ciro Colonna, uccisi il 7 giugno 2016 nel rione Ponticelli; l’altra per l’omicidio di Vincenzo De Bernardo, considerato affiliato al clan Mazzarella, ucciso l’11 novembre 2015. Rinaldi, 55 anni, aveva fatto perdere le sue tracce poco prima che la Cassazione si pronunciasse sul ricorso che la Procura aveva presentato contro la sua scarcerazione per duplice omicidio. Rinaldi era riuscito a sottrarsi alla cattura dandosi alla macchia insieme ad un suo gruppetto di fedelissimi. Tuttavia, alcune settimane addietro la Polizia, dopo aver fermato una macchina sospetta con a bordo due giovani, aveva scoperto all’interno del portabagagli oltre 36 mila euro e 4 telefoni cellulari: ed è anche grazie a quei soldi e a quei telefoni che si è oggi arrivati al nascondiglio supersegreto di Ciro Rinaldi e al suo arresto. Il boss è stato scovato nel suo fortino di San Giovanni a Teduccio, alla periferia orientale del capoluogo campano, dal nucleo investigativo dei carabinieri del Comando Provinciale di Napoli.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi