Vicenza, mamma scaraventa a terra la neonata e la uccide poi tenta di tagliarsi la gola

lunedì 21 gennaio 10:17 - di Marta Lima

La tragedia è scattata, improvvisa, forse a causa della depressione post partum: una mamma di 41 anni ha scaraventato a terra la sua bimba di tre giorni e l’ha uccisa. È accaduto ieri sera in una frazione di Vicenza, Lisiera di Bolzano Vicentino. Sono intervenuti il Suem 118 e i carabinieri di Thiene e i medici, che hanno portato la neonata e la madre all’ospedale “San Bortolo” di Vicenza. La donna, subito dopo il tragico gesto, ha tentato il suicidio ferendosi alla gola con un coltello ma è stata salvata in extremis dal marito della donna e papà della bimba, che ha chiamato il 118.  La madre è stata arrestata e ora è piantonata nel reparto di Psichiatria. Per la delicatezza del caso il riserbo è massimo da parte dei carabinieri della compagnia di Thiene (Vicenza), intervenuti per le indagini. Il gesto, probabilmente causato dallo stress e da una depressione post partum, è avvenuto in una villetta un po’ fuori mano, in un momento di distrazione del marito della donna. Il medico del Suem, prima di trasferire al San Bortolo la piccola, in gravissime condizioni, ha provveduto a rianimarla sul posto ma non c’è stato nulla da fare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza