Marocchino dà di matto e crea il panico al supermercato: calci agli agenti, molestie ai clienti

domenica 27 gennaio 17:03 - di Gabriele Alberti

Scene di panico di fronte a un supermercato Coop. Un marocchino di 21 anni è stato arrestato dagli agenti della Questura di Como con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. L’immigrato si era posizionato nel parcheggio del supermercato Coop in via Giussani a Rebbio e ha iniziato molestare passanti e clienti. Inoltre, il marocchino ha iniziato a discutere in modo acceso un avventore dello stesso punto vendita a causa del cellulare. Inutile dire che più il tempo passava più l’uomo dava in escandescenze, con le persone visibilmente impaurite che, sentendosi minacciate, hanno deciso di allertare la polizia.

Il marocchino fuori di testa

Apriti cielo, alla vista degli agenti, il marocchino ha perso la testa, si è rifiutato di esibire i documenti e si è scagliato con veemenza contro i poliziotti. Il ragazzo a fatica è stato fatto salire in macchina per condurlo preso gli Uffici della Questura.Ma la follia era solo all’inizio. L’immigrato, che è poi risultato avere numerosi precedenti, ha preso a calci la paratia divisoria in plexiglas della volante, danneggiandola e, una volta in Questura, ha insultato gli agenti e provato a sfondare la porta delle camere di sicurezza. Insomma, un delirio. Il Giudice del Tribunale di Como ha convalidato l’arresto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi