Di Battista senior in soccorso del figlio e all’attacco di Fazio: «Guardati il…»

lunedì 21 gennaio 14:57 - di Lucio Meo

Il papà di Alessandro Di Battista, Vittorio, ex missino, fiero anti-berlusconiano e fascista mai pentito, era ieri sera davanti alla tv tra i 3,7 milioni di telespettatori collegati su Rai Uno per assistere all’ospitata dell’ex parlamentare M5S  a “Che tempo che fa” di Fabio Fazio. Un’intervista, quella del “Dibba”, a tratti anche molto spigolosa, con il conduttore pronto a incalzare il grillino come raramente lo si era visto fare con i vari Renzi, Monti e Cottarelli. Un faccia a faccia che ha ispirato Di Battista senior, protagonista di uno post su Facebook al vetriolo nei confronti del conduttore tv, da anni nel mirino delle critiche del Movimento 5 Stelle. “Dibba” senior parla di “evoluzione” e storpiando il nome del presentatore scrive: «La Domenica bestiale è finita con una buona novella. Fabio Falzo (la ‘Z’ è voluta) ha riconosciuto onestà intellettuale all’ex deputato di famiglia”. Poi conclude il post con un “avvertimento”: «Grazie Falzo ma non è detto che il tuo deretano sia salvo…».

Nelle ore precedenti, il papà di Di Battista aveva attaccato anche la Boschi, Feltri e Berlusconi: «Sono distrutto e con molta difficoltà, riesco appena ad usare la tastiera. Troppe notizie che mi hanno colpito. Anna Fabiani che mi definisce “simpatizzante di destra”. La graziosa MEB ina che rinfaccia ad Alessandro di avere “un padre fascista”. Il nano che si addormenta “dopo la terza”. Sfido chiunque a dimostrare un minimo di vitalità dopo queste mazzate. In più, come se non bastasse, sono “terrorizzato”, insieme a tutti i grillini, dall’eventuale referendum sul reddito di cittadinanza, come dichiara il “Libero”, quello di Feltri. Libero di scrivere, libero di bere e libero di fianoromanare….», aveva scritto il papà del grillino, evidentemente particolarmente irritato da tutto. 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • MICHELE RICCIARDI 22 gennaio 2019

    22 Gennaio 2019 — ESISTE secondo voi una persona capace o disposta a di dire al suo peggior nemico, mi sono sbagliato hai ragione tu? E/o, torno indietro perchè riconosco di avere sbagliato? No? Eppure io sono convinto che in 50 milioni sti “fessi” esistono ancora; possono salvare il paese e il mondo, ma siccome a causa del terrorismo psicologico imperante, nessuno li propone (perchè li conosciamo), nessuno li incoraggia…. Che paura ragazzi, che paura!… E a voi?

  • In evidenza