È bufera su un consulente di Toninelli per alcuni insulti sessisti

venerdì 21 settembre 20:18 - di Redazione

È bufera su  Gaetano Intrieri, un consulente del  ministero di Danilo Toninelli. Dopo le polemiche sul curriculum “gonfiato”, Intrieri è finito sulla graticola per alcuni insulti sessisti indirizzati a una utente su Twitter.

I fatti risalgono allo scorso agosto, quando Intrieri ha intavolato una discussione sulla vendita (poi sfumata) del calciatore della Lazio Milinkovic Savic con un account con un nome femminile. Un botta e risposta in cui, a un “fatti meno canne”, Intrieri ha replicato deciso: “Tu fai meno pom….”. Ma non è finita qui, perché poco dopo Intrieri  ha aggiunto: “Io mi faccio le canne e lei non può fare pom….? Ottimo, allora si metta a gambe aperte”. In un altro tweet, inoltre, per replicare ad un utente che lo definiva “lo zimbello del momento”, Intrieri ha risposto: “No è lo zimbello che si scopa quella gran put…. di tua madre”. Un tipo davvero garbato, come può esserlo solo un “guerriero” da… tastiera,

I tweet dello scorso agosto sono stati rimessi in rete oggi da Riccardo Puglisi, professore di Economia all’università di Pavia e redattore de ‘La voce’ con cui Intrieri qualche giorno fa, per la vicenda del curriculum, avea già incrociato le lam su Twitter: “Essere attaccato da questo signore che me ne darà conto in tribunale insieme ai suoi sodali è davvero una medaglia“, aveva scritto il consulente del Mit.

 Intanto, sulla sua pagina Facebook, Intrieri oggi ha annunciato: “Da 1 settimana mi trovo di fronte ad un attacco mediatico verso la mia persona senza soluzione di continuità”, ma “vorrei concludere avvisando i giornalisti che tanto si interessano a me su mandato dei potenti uomini della comunicazione che tra poco lascerò il ministero, quindi inutile continuare a scrivere scrivere scrivere”. Intrieri spiega ancora: “Giusto il tempo di tentare di mettere a posto qualche centinaio di dipendenti Sardi di Air Italy e di aiutare un ministro straordinariamente per bene e pieno di amore per il proprio Paese su due o tre cosucce e me ne andrò sicuro di fare un favore a tanti e soprattutto a quelli che sono venuti sino a sotto casa per chiedermi gentilmente di lasciare perdere”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi