Salvini: «La Boldrini vuole querelarmi? Pensi a chiedere scusa agli italiani»

venerdì 12 gennaio 12:40 - di Adriana De Conto

«La signora Boldrini, invece di chiedere scusa agli italiani per il suo nulla, pensa di querelarmi. Sono preoccupatissimo. Che dite, ha capito che è arrivata a fine carriera???». Questa la replica via Twitter del leader della Lega Matteo Salvini, dopo che questa mattina, la presidente della Camera, Laura Boldrini, nel corso di Radio Capital, ha dichiarato ancora una volta guerra a Salvini, non escludendo un’azione legale nei confronti del segretario del Carroccio. «La paura, la sopraffazione sono la sua cifra – ha sibilato la Boldrini nella sua intemerata contro Salvini – e lui è un simpatico signore che ha paragonato la terza carica dello Stato ad una bambola gonfiabile: non escludo di denunciarlo». Non è andata ancora giù alla Bordini quella frase e, anziché pensare al futuro del suo nuovo partito, LeU, se si alleerà o meno con il Pd, prima, durante o dopo il voto – ennesimo psicodramma a sinistra – lei medita vendetta propio contro Salvini. Lo aveva annuncato del resto già  ad Otto e mezzo dalla Gruber: le parole di Laura Boldrini sulla prossima sfida elettorale ricalcano quelle dette oggi: «Quel simpatico signore, Matteo Salvini, che mi ha paragonato a una bambola gonfiabile ora mi vuole sfidare stia tranquillo che la sfida c’è sempre. Io non so ancora dove mi candiderò ma stia tranquillo che sfiderò sempre le sue idee basate sul razzismo e sulla paura». Un chiodo fisso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • net 8 marzo 2018

    chi vuole denuncire la Boldrini ? Non ci posso credere…dovrebbero essere tutti gli italini
    a denunciare lei…che ci ha sempre remato contro !

  • ANGELINA 13 gennaio 2018

    Bene candidatura FONTANA

  • ANGELINA 13 gennaio 2018

    ANgelina

  • Alessandro Martinetti 13 gennaio 2018

    La Sig. Boldrini ha tenuto a tutt’oggi un comportamento da ANTITALIANA per favorire lei è i suoi compagni di partito nei loschi affari con le coperative dell’ accoglienza, a discapito del popolo italiano e della nostra patria. Merita di essere denunciata, condannata per i danni creati alla nazione,, è allontanata da ogni carica pubblica a vita.

  • Sabatangelo 13 gennaio 2018

    Che bassezza, una terza carica dello stato, con lei si e’ toccata il fondo.

  • Giuseppe Forconi 12 gennaio 2018

    Ma come fanno certi personaggi a ricoprire posti come la presidenza della Camera ?
    C’e’ chi dice che le vie del Signore sono infinite, io speravo che fossero finite.

  • In evidenza