Venezuela, l’Italia chiede il voto in tempi rapidi e la tutela dei nostri connazionali

martedì 12 febbraio 11:55 - di redazione

Per la crisi in Venezuela, il governo italiano “chiede con fermezza nuove elezioni presidenziali nei tempi più rapidi possibili, libere, trasparenti e credibili in condizioni di piena democrazia e giustizia”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Enzo Moavero, nelle comunicazioni alla Camera. La posizione del governo italiano, ha rivendicato Moavero, “è coerente con le conclusioni, con il comunicato del Gruppo di Montevideo e con la dichiarazione del 26 gennaio dei Paesi europei”. Per il ministro degli Esteri “è importante evitare che si creino contrapposizioni antitetiche che rallentino il processo verso nuove elezioni che restano l’unica via”. “La condanna di ogni tipo di violenza e la richiesta di elezioni presidenziali – ha sottolineato ancora – restano i nostri punti cardine”. La Camera ha quindi votato una risoluzione che impegna il governo “a continuare ad attivarsi affinché siano tutelati la sicurezza e gli interessi dei connazionali residenti in Venezuela e delle aziende italiane operanti nel paese; ad assumere ogni iniziativa utile, anche in sede di UE, affinché sia affrontata in priorità l’emergenza umanitaria, e la crisi economica e sociale, garantendo il necessario flusso di aiuti nel rispetto del diritto internazionale; a condannare, con forza, ogni forma di violenza, repressione o conflitto armato in Venezuela”. Il Parlamento impegna inoltre l’esecutivo a “sostenere gli sforzi diplomatici – anche attraverso la partecipazione a fori multilaterali – al fine di procedere, nei tempi più rapidi, alla convocazione di nuove elezioni presidenziali che siano libere, credibili e in conformità con l’ordinamento costituzionale”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *