Stoccolma, ritrovati tra i rifiuti i gioielli della Corona svedese. Erano stati rubati a luglio

martedì 5 febbraio 15:08 - di Alessandra Danieli

Incredibile ma vero. Sono stati ritrovati  nascosti in un cassonetto dell’immondizia alla periferia di Stoccolma i preziosissimi gioielli della Corona svedese rubati alla fine del mese di luglio. Lo rende noto il giornale Aftonbladet, ricordando che i preziosi cimeli risalenti al 17esimo secolo erano stati rubati il 31 luglio nella cattedrale di Strangnas, ad ovest di Stoccolma, da due ladri fuggiti a bordo di biciclette  (poi ritrovate vicino alle rive del lago Malaren) e poi in motoscafo. La polizia non ha precisato se il ritrovamento abbia riguardato tutto o solo parte dei gioielli.

Il bottino del furto consiste in una corona funebre imperiale della famiglia reale svedese e un globo creati per il re Carlo IX, morto nel 1611, e una corona fatta per la sua seconda moglie, la regina consorte Kristina di Holstein-Gottorp, sepolta nella cattedrale dopo la sua morte nel 1625. La rapina fece molto scalpore anche per modalità rocambolesche: i ladri riuscirono a darsi alla fuga scappando a bordo di un motoscafo ormeggiato sotto la chiesa. La polizia lanciò immediatamente una massiccia operazione di ricerca con elicotteri e motovedette che si è conclusa con la sorprendente scoperta: il bottino è finito tra i rifiuti urbani. Il giorno del furto (31 luglio scoso) un testimone oculare, presente nella cattedrale per i preparativi delle sue nozze previste per la prossima settimana, ha raccontato alla polizia di aver visto due uomini correre fuori dalla chiesa e saltare su di una piccola barca a motore che è schizzata via.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *