L’Anpi sponsorizza il convegno negazionista sulle foibe e sul massacro della Cossetto: vergogna…

domenica 3 febbraio 12:36 - di Giorgia Castelli

Non si sono ancora placate le polemiche sul post negazionista dell’Anpi di Rovigo, che i partigiani  ci riprovano organizzando un convegno che rinnega la storia e insulta le vittime delle foibe. Il logo dell’associazione infatti è presente sulla locandina del convegno revisionista “Foibe e Fascismo 2019”, la “Quattordicesima edizione della contromanifestazione cittadina in occasione del Giorno del Ricordo” in programma il 10 febbraio alle 10.30 al Cinema Astra di Parma. Con l’Anpi ci sono anche l’Anppia e il Comitato antifascista antimperialista e per la memoria storica a patrocinare l’evento, che vede gli interventi di alcuni storici già finiti al centro delle polemiche per le loro posizioni negazioniste.

Dopo la conferenza dello storico Sandi Volk dal significativo titolo “I morti delle foibe riconosciuti dalla legge: 354, quasi tutti delle forze armate dell’Italia fascista” e la lettura di una serie di “testimonianze di antifascisti e partigiani”, alla conferenza verranno trasmessi due video che negano l’esistenza della foiba di Basovizza (”La foiba di Basovizza: un falso storico” di Alessandra Kersevan) e il massacro di Norma Cossetto, barbaramente violentata e uccisa dai partigiani titini, per la sola colpa di essere italiana (”Norma Cossetto: un caso tutt’altro che chiaro” di Claudia Cernigoi), tutti autori del sito “giustificazionista” “10 febbraio 1947”, sul quale tra l’altro si legge che il convegno in questione è «a cura del Comitato Antifascista Antimperialista e per la Memoria Storica con l’adesione di Anpi e Anppia».

Sempre Cernigoi, direttrice del periodico triestino La Nuova Alabarda e autrice di numerosi saggi tra cui Operazione foibe tra storia e mito, sarà ospite del convegno “Le foibe nelle complesse vicende del confine orientale”, organizzato per giovedì 7 febbraio dalla Rete antifascista di Cologno Monzese con l’Osservatorio Democratico Sulle Nuove Destre e il Comitato Lombardo Antifascista, iniziativa finita nei giorni scorsi al centro di una polemica sollevata da Lorenzo Corradini, ex capogruppo della Lega.


                
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • gmc3000 3 febbraio 2019

    Maledetti comunisti, senza gli imperialisti USA sareste ancora sull.appennino!!!

    • Francesco Storace 4 febbraio 2019

      Poveracci