Informazione, i 10 anni di Lettera 22: «In prima linea contro il politicamente corretto»

giovedì 7 febbraio 18:27 - di Redazione

Dieci anni «sempre in prima linea contro l’omologazione culturale e il politicamente corretto». L’associazione Lettera 22, che riunisce giornalisti e operatori dell’informazione non appiattiti sul mainstream, ha “festeggiato” le 10 candeline di attività guardando al futuro. In un’assemblea molto partecipata sono state tracciate le linee programmatiche e individuate le prossime sfide per un mondo dell’informazione e della comunicazione che cambia, ma nel quale sempre – forse sempre di più – il pensiero unico tenta di farsi dittatura.

Lettera 22 rinnova i vertici

Durante l’assemblea, che con il nuovo tesseramento ha lanciato anche una fase di ulteriore apertura dell’associazione, gli iscritti hanno rinnovato i vertici dell’associazione, confermando come presidente il giornalista Rai Paolo Corsini ed eleggendo segretario il collega di Mediaset Pierangelo Maurizio. Nel direttivo anche Alessandro Sansoni (direttore di #Culturaidentità), Federica Frangi (Rai) e Lorenzo Di Dieco in qualità di tesoriere.

Gruppi di lavoro e aree tematiche per le prossime sfide

L’associazione ha delineato i prossimi impegni con la creazione di aree tematiche e gruppi di lavoro su precari, partite iva, atipici, uffici stampa, esteri, formazione, comunicazione, nuove tecnologie, salute, non profit, eventi e normativo. A ribadire la mobilitazione di L22 contro la dittatura del politicamente corretto e le fake news del pensiero unico oltre 250 soci. Tra questi molti nomi di primo piano del giornalismo e della comunicazione italiani, dal consigliere di amministrazione Rai Giampaolo Rossi, al direttore dell’AdnKronos Gian Marco Chiocci, dall’ex Dg Rai Agostino Saccà, a numerosi redattori Rai, Mediaset e delle maggiori testate giornalistiche italiane. Tanti anche i portavoce e addetti stampa. Un saluto all’assemblea, inoltre, è stato portato anche dal senatore ed ex ministro delle Comunicazioni, Maurizio Gasparri, a sua volta giornalista. Nel corso dell’incontro è stato ricordato il collega e amico Andrea Pesciarelli, uno degli animatori più vivaci di Lettarea22, prematuramente scomparso nell’ottobre del 2011. Infine, attenzione anche al volontariato: parte del catering, offerto dallo Chef Brunori, è stata devoluta all’Associazione Salvamamme, che da anni opera a tutela della maternità, supportando in particolare le donne che si trovano in una condizione di difficoltà o fragilità.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *