Fazio pensa alla ritirata: «Voglio espatriare». Ce ne faremo una ragione…

lunedì 4 febbraio 14:13 - di Augusta Cesari

Una sola frase: «Sto pensando di espatriare». Così Fabio Fazio pensa a una soluzione estrema. Un promessa o una minaccia? Non ha retto l’urto. Sentirsi tirare in ballo per il suo stipendio stratosferico deve averlo sfinito, poverino. Da quando lo si è toccato sul portafogli,  tra il serio e il faceto e frasi a mezza bocca, l’idea che il suo tempo in Rai fosse alla fine era trapelato in questi mesi in cui ha cominciato ad indossare i panni della vittima, del martire, del perseguitato politico. Ma anche il vizio di invitare ospiti pro-migranti, con tanto di “comizi” non è affatto piaciuto.

Lo sfogo di Fazio

All’inizio fu Salvini  («guadagna in mese quanto io in un anno») , poi Di Maio. Anche Di Battista appena tornato dall’America latina ha pensato bene di inserire Fazio nella lista di stipendi che la Rai dovrebbe tagliare. «Qua i sacrifici li fanno tutti tranne i politici o i conduttori Rai pagati con denaro pubblico che sono giornalisti, ma non hanno contratti da giornalisti», aveva sibilato Di Battista. E così, nell’ultima puntata di Che Tempo che Fa, durante l’intervista a Claudio Baglioni in vista del lancio del Festival di Sanremo, Fazio si è lasciato sfuggire un: «Sto pensando di espatriare». E già, alle prime difficoltà…Ce ne faremo una ragione, non ci stracceremo le vesti.

Il tempo di Fazio in Rai è finito?

Non si sa bene se sia stato uno sfogo o il risultato di una scelta meditata, fatto sta che sul suo programma circolano voci disparate da tempo: dall’espatrio in un’altra rete, al trasloco in un un’altra fascia, fino all’addio alla Rai per La7. Da qui ad espatriare c’è una bella differenza, ma la frase dimostra che Fazio è tutt’altro che sereno. Il conduttore per la prima volta non si è sentitopiù coccolato e protetto. L’atmosfera è tesa. Anche la direttrice di Rai 1, Teresa De Santis, ha più volte richiamato il conduttore a non sforare orario e tempi delle pubblicità. Del resto, Fazio è stato incorregibile nella scelta dei suoi ospiti in queste ultime puntate, Fico, Di Battista,  Gino Strada. Tutti ospiti pro-migranti e pro-ong tra l’altro in un momento critico del governo impegnato proprio su questo tema in un difficile passaggio politico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 5 febbraio 2019

    Nel Ruanda cercano palafrenieri con casa, lavaggio e stiratura gratis, che vuoi di più. Vai bello, vai

    • Francesco Storace 5 febbraio 2019

      Lo vuoi mandare laggiù?