Si sveglia anche la Spagna: a Madrid adunata sovranista contro il governo (video)

domenica 10 febbraio 17:31 - di Penelope Corrado

Sono oltre duecentomila, secondo alcuni media spagnoli, le persone scese in piazza a Madrid per la manifestazione contro il governo di sinistra del premier Pedro Sanchez e la sua decisione di nominare un relatore che medi tra il suo governo e quello catalano. Con lo slogan “Per una Spagna unita, elezioni ora” i manifestanti reclamano le dimissioni del governo di Sanchez e la convocazione di un voto legislativo anticipato. Alla manifestazione, convocata dal centrodestra (Partito poplare, Ciudadanos e Vox) ha deciso di partecipare l’ex premier francese e candidato alla carica di sindaco di Barcellona, Manuel Valls. Su Twitter, l’ex premier ha spiegato di voler essere a Madrid per “difendere la Costituzione e l’unità della Spagna”. “Senza dilemmi o complessi – aggiunge – perché siamo in un momento storico”.

Tra i gruppi che hanno aderito alcune formazioni sovraniste  tra cui Espana 2000, Democracia nacional, Alternativa espanola. I partecipanti sono in piazza per denunciare quello che considerano l”alto tradimento’ di Sanchez, che ha accettato la figura del relatore per i negoziati tra partiti sulla crisi catalana: gli indipendentisti reclamano da tempo una mediazione internazionale, che porrebbe la Catalogna sullo stesso piano della Spagna a livello formale. Il relatore non si avvicina dunque a tale richiesta ma è stato giudicato ugualmente inaccettabile da parte di molti spagnoli, anche socialisti.

Il leader del Partito popolare, Pablo Casado, ha accusato il premier Sanchez di essersi arreso agli indipendentisti e ha affermato che “il suo tempo è ormai finito”.I manifestanti hanno riempito la piazza Colon della capitale spagnola e le strade vicine: secondo i dati diffusi dalla polizia tendono a minimizzare i numeri dell’adunata. Secondo la stima delle autorità madrilene avrebbero preso parte alle proteste appena 45mila persone, ma dalle immagini che arrivano dalla Spagna, la stima di almeno duecentomila manifestanti sembrano molto più aderenti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *