CasaPound in piazza contro Raggi. Iannone: «Daremo voce alla rabbia dei romani»

martedì 5 febbraio 14:38 - di Viola Longo

«Portare in piazza la rabbia sacrosanta dei romani» di fronte a «una città allo sbando». CasaPound annuncia una manifestazione contro Virginia Raggi, «l’ennesimo sindaco che si è dimostrato inadeguato e incapace di amministrare la Capitale». A lanciare la mobilitazione è stato lo stesso presidente di Cpi, Gianluca Iannone, dando appuntamento ai romani delusi per venerdì 8 febbraio alle 15, in piazza del Campidoglio.

CasaPound manifesta in piazza del Campidoglio

«Roma è una città allo sbando e venerdì saremo in Campidoglio contro l’ennesimo sindaco che si è dimostrato inadeguato ed incapace di amministrare la Capitale», ha spiegato Iannone, ricordando che «i romani ogni giorno devono combattere con le mille problematiche che i grillini non sono stati capaci di affrontare». Un lunga lista di inadempienze, che hanno portato la Capitale a una condizione di abbandono e degrado senza precedenti. «Dalla gestione dei rifiuti all’emergenza abitativa, dai campi rom ai roghi tossici, dal degrado al dissesto stradale, Roma – ha sottolineato il leader di Cpi – sta sprofondando sotto la guida di un sindaco capace soltanto di aggrapparsi all’antifascismo e all’accoglienza».

«I grillini si sono rivelati lo specchio della vecchia politica»

«Mentre la Raggi si occupa di toponomastica gli autobus prendono fuoco, mentre assegna le case popolari ai rom addirittura il Campidoglio è invaso dai topi, mentre scrive al Mef per sgomberare CasaPound, nelle decine e decine di occupazioni di immigrati si spaccia droga, avvengono stupri e persino omicidi. Venerdì – ha chiarito Iannone – porteremo in piazza la rabbia sacrosanta dei romani che avevano creduto in un cambiamento che nei fatti non c’è mai stato, con i grillini che oggi sono diventati soltanto il riflesso della vecchia politica». Per il leader di Cpi, infatti, «non è un caso che il primo firmatario della mozione contro CasaPound discussa in Assemblea Capitolina approvata grazie ai voti favorevoli del M5S sia un consigliere del Pd, Zannol». «Se la Raggi ha pensato di poter sviare l’attenzione dai problemi di Roma puntando il dito contro uno stabile dove vivono 18 famiglie italiane, sappia che venerdì – ha concluso Iannone – la metteremo di fronte alla triste realtà delle condizioni in cui versa la Capitale e alle sue colpe».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *