Avellino, scardinata e distrutta la statua di Gesù. Esplode la rabbia dei residenti

mercoledì 13 febbraio 15:48 - di Fortunata Cerri

Un episodio inquietante a Grottaminarda, in provincia di Avellino, sul quale ora indagano i carabinieri. Ignoti hanno distrutto la statua di Gesù posizionata sotto un porticato di una palazzina da oltre vent’anni. È accaduto per ben due volte allo stesso posto, nel Rione Istituto Autonomo case popolari, di Piazzale Italia. Tanta indignazione da parte degli abitanti del luogo. Il primo episodio ha riguardato una statua in gesso di circa 80 centimetri, cementata su una mensola, sotto le abitazioni. È stata letteralmente scardinata e con violenza distrutta. Neppure il tempo di sostituirla, con una nuova, che il gesto si è ripetuto allo stesso modo. Dell’accaduto sono stati informati i carabinieri. Esplode la rabbia dei residenti: «Non ne possimao più. La situazione è talmente degenerata che si arriva a distruggere la statua di Gesù». E ancora: «Siamo preoccupati per questo episodio, soprattutto per l’accanimento da parte di qualcuno arrivato al punto da compiere un’azione simile per ben due volte e nel giro di poco tempo. Non sappiano davvero cosa pensare». Sulla vicenda è intervenuto anche il vescovo delle diocesi di Ariano, Lacedonia Sergio Melillo: «Un gesto blasfemo che va condannato perché ferisce i sentimenti di una comunità».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *