Andreotti – Roma

domenica 10 febbraio 0:01 - di Redazione

Andreotti
Via Ostiense, 54/56 – 00153 Roma
Tel. 06/5750773
Sito Internet: www.andreottiroma.it

Tipologia: bar / pasticceria
Prezzo: caffè 1€, cappuccino 1,20€, lieviti 1€
Giorno di chiusura: mai

 OFFERTA
La sede storica di Via Ostiense è sicuramente un punto di riferimento del quartiere, sia per la notorietà acquisita con tanti anni di esperienza, sia per il punto strategico in cui è posizionata. Peccato però che negli ultimi tempi questo famoso bar-pasticceria sia stato caratterizzato da una certa discontinuità nella qualità, forse dovuta proprio alla notevole quantità di clienti da soddisfare. Il lato più interessante resta comunque quello della pasticceria, con preparazioni classiche di buona fattura come la pasticceria fresca, quella secca da tè, le frolle e le torte, a cui si affianca anche una proposta salata per una pausa nel corso della giornata. Noi lo abbiamo messo alla prova per la colazione per la quale sono disponibili diverse tipologie di lieviti che accontentano un po’ tutti i gusti, peccato però che nel corso di più visite abbiamo trovato i cornetti deludenti, con l’impasto poco fragrante e abbastanza ammassato, come quello con la crema pasticciera (ben realizzata) e quello integrale con miele, troppo asciutto e secco e farcito con un banale millefiori troppo dolce e per nulla aromatico. Di contro, invece, fragrante e gustoso il cornetto con la marmellata, dall’impasto differente dal precedente, più ricco di burro e decisamente gradevole. Sul fronte del caffè non è andata meglio, con una tazzina sottoestratta dall’aroma poco persistente che non ha aiutato neppure il cappuccino, poco equilibrato ma dalla schiuma compatta.

AMBIENTE
Il locale, ristrutturato recentemente, è moderno e funzionale, con il grande bancone del bar che prosegue con le vetrine della pasticceria. Tanti i tavoli, sia interni che esterni, a cui accomodarsi.

SERVIZIO
Veloce ma dall’aspetto annoiato. L’addetta alla cassa serve anche i cornetti, scelta poco lungimirante per la fila che crea e per qualche dubbio dal punto di vista igienico.

Recensione a cura di: Il Saporaio – La Pecora Nera Editore –

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *