Esplosione a Parigi, tre morti. Un’italiana è grave. Feriti due giornalisti (video)

sabato 12 gennaio 13:54 - di Giovanna Taormina

Più passano le ore più si fa drammatico il bilancio della forte esplosione che ha scosso il centro di Parigi, nel quartiere dell’Opera. La deflagrazione ha distrutto una boulangerie in rue de Trevise, non lontano dal teatro Folie Bergere, nel IX arrondissement. Tre persone sono morte. In un primo momento era circolata la notizia che l’esplosione aveva provocato quattro morti. Poi è stato rivisto al ribasso il bilancio delle vittime. La procura della capitale francese ha infatti comunicato che i morti sono due – due vigili del fuoco – e non quattro, come precedentemente comunicato dal ministero degli Interni. Secondo l’ultimo aggiornamento, i feriti sono 47, dieci in gravi condizioni e 37 feriti in modo lieve. Nel giro di un’ora è arrivata la notizia che la lista delle vittime si è allungata. Sale così a tre morti il bilancio delle vittime dell’esplosione. Si tratta di una cittadina spagnola, secondo quanto riporta il sito di El Pais citando fonti della prefettura della polizia e del ministero degli Esteri spagnolo.

Tra i feriti gravi c’è anche una donna italiana che lavora in un hotel vicino al luogo dell’esplosione. La giovane si troverebbe attualmente all’ospedale parigino de Lariboisiere. Dalla Farnesina per ora non ci sono conferme ufficiali. L’esplosione è avvenuta dopo un incendio e sarebbe stata provocata da una fuga di gas. La prefettura ha invitato la cittadinanza a «evitare la zona e lasciare il passaggio ai veicoli di soccorso».

Esplosione a Parigi, gli italiani feriti

Tra i feriti lievi ci sono anche due giornalisti italiani che erano a Parigi per seguire le manifestazioni dei gilet gialli e alloggiavano nell’albergo di fronte alla panetteria dove è avvenuta l’esplosione. Si tratta di Matteo Barzini di Agorà, ferito in modo non grave e trasportato in ospedale per essere medicato e del videomaker Valerio Orsolini, un operatore di Cartabianca, che si è ferito a un occhio nell’esplosione ed è stato già medicato: anche le sue condizioni non sono gravi. L’operatore era a Parigi per seguire le manifestazioni dei gilet gialli con il giornalista Claudio Pappaianni, che è rimasto illeso.

Gli inviati di Cartabianca rimasti coinvolti «sono molto spaventati, ma per fortuna non hanno subito gravi conseguenze», riferisce all’Ansa la giornalista conduttrice della trasmissione Bianca Berlinguer. L’operatore Valerio Orsolini si trovava nella stanza dell’albergo nel quale alloggiava quando è stato investito dall’esplosione avvenuta nel panificio che si trova di fronte all’hotel. Una scheggia lo ha colpito sopra un occhio.

L’inviato di Agorà, rifersice acora l’Ansa, «è stato colpito ad una gamba per fortuna in maniera non grave – riferisce la conduttrice del programma, Serena Bortone – È stato portato in ospedale dove gli sono stati applicati alcuni punti di sutura. Ha dimostrato grande professionalità, perché, appena successo il fatto, ha subito preso in mano la telecamera ed ha iniziato a girare le riprese nonostante la ferita».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *