Choc in classe, prof sorpreso dagli studenti a fare autoerotismo in cattedra

venerdì 11 gennaio 11:24 - di Redazione

La vicenda del professore supplente arrestato per aver praticato autoerotismo in classe davanti agli attoniti studenti, assurda a dir poco, arriva dagli Stati Uniti, esattamente dall’Ohio, terra di pastori e agricoltori, moralisti e integerrimi religiosi, ascrivibili alle più diverse chiese di riferimento; e naturalmente, come ogni scandalo a sfondo sessuale che si rispetti, rimbalza ai disonori della cronaca, ottenendo visibilità e riscontri.

Prof beccato a fare autoerotismo in classe: gli studenti lo denunciano alla dirigenza

L’increscioso episodio, accaduto alla Creekside Middle School ha scosso l’opinione pubblica e indignato i ragazzi, incolpevoli spettatori dell’assurda scena, e le loro famiglie, tutti ancora increduli di quanto fatto dal 41enne Tracey Abraham, tempestivamente arrestato, accusato di pubblica decenza e ovviamente rimosso dall’incarico. A sua discolpa l’insegnante, come riporta in queste ore il Daily Mail, ripreso tra gli altri da Il Giornale, era impegnato dall’istituto per un periodo di supplenza quando, durante il pieno svolgimento della lezione, ha iniziato a praticare autoerotismo in aula, convinto che la cattedra potesse nascondere agli studenti cosa stava facendo. Ovviamente le cose non sono andate come l’irriverente prof si augurava che andassero e le sue pratiche auto-erotiche sono state prontamente denunciate alla dirigenza che poi, a sua volta, ha provveduto a rimuoverlo dall’incarico denunciando l’accaduto. L’insegnante, accusato di pubblica indecenza, è stato scarcerato dopo poco e attualmente è in attesa di processo. La gogna mediatica, nel frattempo, ha già emesso la sua sentenza…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *