Bisio, Baglioni e non solo: a Sanremo pronta la sceneggiata contro Salvini

venerdì 11 gennaio 12:51 - di Guglielmo Federici

Arriva Sanremo. E perciò è già chiaro che replicheranno contro Matteo Salvini quello che già fecero contro Silvio Berlusconi. Solo che stavolta l’attacco verrà anche dai forzisti ingelositi dai consensi che il leader leghista inanella. Questo Festival di Sanremo 2019 si annuncia una delle edizioni più politiche degli ultimi anni. Dopo Claudio Baglioni arriva anche Claudio Bisio, attore e co-conduttore della prossima kermesse della canzone italiana,  a fare il tiro al bersaglio alle politiche migratorie di Matteo Salvini. Sanremo, più che una gara canora diventerà una scenaggiata contro Salvini: la kermesse dell’Ariston, ancor prima del via, si preannuncia una sorta di assedio alle politiche del ministro dell’Interno. Dopo la predica indigesta di Baglioni sulla “farsa” (a suo dire) relativa agli immigrati della Sea Watch, le parole di Claudio Bisio intervistato da La Stampa sono tutto un programma: «Rispetto a ciò che ha detto in conferenza stampa sul tema dei migranti sono d’accordo con Claudio Baglioni. Come potrebbe essere altrimenti? Mi è sembrata una dichiarazione assennata e condivisibile».

Bisio: «Vi anticipo che il mio autore è Michele Serra»

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *