Terribile scossa di terremoto in Alaska: panico tra la gente in fuga da case e uffici (VIDEO)

sabato 1 dicembre 12:14 - di Filomena Auer

Una terrificante scossa di terremoto in Alaska, attestata da sismografi e sismologi su un livello 6.6 della scala Richter, ha scatenato il panico e gettato nel terrore gli abitanti di Anchorage, una zona a circa dieci chilometri di distanza dalla città più grande del Paese.

Terremoto in Alaska: panico tra la gente

Lo scenario che si offre in queste ore agli occhi degli spaventatissimi cittadini di Anchorage è quello apocalittico che stigmatizza a suon di immagini da day after, la scenografia reale di una tragedia sfiorata: voragini in strada, crepe in moltissimi edifici, auto in coda, gente in fuga e un costante senso di allarme e di paura. Appurato però che, nonostante la forte scossa di terremoto, non sono stati registrati ingenti danne a persone o a cose, le autorità si sono concentrate sul rischio tsunami che, al momento, sembra scongiurato visto che si è stabilito che non ci sono smottamenti sott’acqua che possano causare onde anomale, maremoti o qualsiasi forma di terremoti sottomarini.

Sui social le immagini della scossa e della paura

Di più; secondo quanto si apprende in queste ore, tra gli altri, dal sito dell’Ansa, «secondo il National Weather Service l’allarme riguarda l’area del Cook Inlet. Alcuni media americani riferiscono che le persone sono corse fuori dalle case e dai loro uffici in cerca di riparo». E intanto, sui social cominciano a diffondersi a profusione le immagini del sisma, delle sue conseguenze, del panico tra la gente e dell’allarme tuttora in corso. E tra gli scaffali di un supermercato che crollano, la voragine che si apre all’improvviso risucchiando la strada e le crepe che minano la stabilità di una scuola superiore di Anchorage, (a partire dal soffitto), spiegano meglio di qualunque parola lo stato di allerta e il panico vissuto in Alaska in queste ore in cui la terra ha tremato. E anche violentemente…

 

Commenti