Prima alla Scala, lanci di uova e manichini anti-Salvini: la Boldrini vorrà le scuse per i centri sociali?

venerdì 7 dicembre 19:40 - di Prisca Righetti

Uova e verdure contro gli agenti in servizio anti-sommossa. Slogan contro i manichini di Salvini, accuse e recriminazioni pesanti urlate al megafono: in una piazza della Scala blindata per la Prima del tempio milanese della lirica, uno spiegamento dio forze da Stato maggiore non è bastato a evitare lo show dei centri sociali, come al solito pronti a offrire il peggio di loro sperando nella risonanza dell’evento mondiale dello spettacolo scaligero.

Il solito show dei centri sociali alla Prima della Scala

Così, mentre il sipario si alzava sull’«Attila» di Verdi, che inaugura la stagione scaligera con le performance di livello si Ildar Abdrazakov, Saioa Hernández, George Petean, Fabio Sartori, diretti dal maestro Riccardo Chailly e con la regia di Davide Livermore; con la zona tra piazza Duomo e Galleria Vittorio Emanuele presidiata e monitorata costantemente, con agenti e militari ovunque, alcuni attivisti del Centro sociale Cantiere hanno pensato bene di lanciare uova e verdura contro la sede del Circolo del Giardino,dove è previsto che si terrà la cena di gala dopo la Prima. Nel mirino degli antagonisti, come al solito, il governo Lega-Cinque Stelle. «Abbiamo scelto di manifestare qui davanti perché anche il ministro Salvini sarà presente alla cena di gala di questa sera», hanno dichiarato – come riportato dal Corriere della sera – a conferma delle intenzioni bellicose alcuni di loro mentre, all’esterno della sede del prestigioso circolo milanese, alcuni facinorosi hanno traghettato un carretto di frutta e verdura gridando slogan contro il ministro dell’Interno e all’indirizzo del governo giallo verde. Poi, esaurito il siparietto agricolo-polemico, una frazione di corteo – composta da una cinquantina di persone – si è riversata in corso Vittorio Emanuele, pronta a raggiungere piazza Duomo per poi percorrere la Galleria, accompagnati dalla Banda degli Ottoni a Scoppio. Ma, ancora una volta, il leitmotiv erano le invettive e gli slogan contro il ministro Salvini

La replica di Salvini. La Boldrini gli chiederà di porgere le scuse a chi lo insulta?

Ministro Salvini che, prontamente ha commentato: «Mi hanno segnalato che alla prima della Scala ci sono i soliti cretini dei centri sociali che hanno buttato uova e ortaggi contro le poliziotte e i poliziotti, dovrebbero sciacquarsi la bocca, quei ragazzi rischiano la vita per 1200 euro al mese, spero passino del tempo in galera. Se le facessero al tegamino le uova». Questa la replica del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervistato da Barbara d’Urso a Pomeriggio Cinque su Canale5, e riportata dal Corriere della sera sul suo sito. Ma non è che adesso, dopo la difesa a spada tratta sostenuta dalla Boldrini a sostegno di chi, sceso in strada a protestare, invocava per Salvini una «nuova Piazza Loreto», la ex presidente della Camera chiederà al titolare del Viminale di porgere le sue scuse anche agli attivisti dei centri sociali?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Cesare Pieraccini 7 dicembre 2018

    Beh! e`dal sessantotto che contestano la prima alla Scala, ma siccome cèra anche il o la rappresentante dell`Anpi, a proposito quanti hanni ha?, spero l`abbiano colpita con le uova.