Napoli, salumiere subisce una rapina a Montesanto e muore d’infarto

venerdì 7 dicembre 12:05 - di Gianluca Corrente

Tragedia a Napoli. La vittima, un salumiere che, dopo una giornata di lavoro, quando ormai mancava poco alla chiusura del negozio, ha visto entrare un rapinatore armato. Momenti di terrore, ha tentato di difendere l’incasso, ha cercato di opporsi con tutte le sue forze al malvivente ma è stato stroncato da un infarto. L’uomo, A. F., di 64 anni, aveva un negozio di salumi e formaggi in piazza Montesanto, uno dei quartieri storici della città. Sono partite subito le indagini per individuare l’uomo armato, che aveva il volto coperto da un casco e che ha fatto irruzione nell’esercizio commerciale intorno alle ore 20, quando riteneva ci fossero tutti i contanti in cassa. All’interno del negozio erano presenti anche alcuni clienti, impietriti dalla paura quando hanno visto la pistola puntata contro il salumiere. Il salumiere, davanti ai loro occhi, si è accasciato sul bancone colpito dall’infarto. A quel punto, con la situazione precipitata nel peggiore dei modi, il malvivente è scappato senza rubare nulla. Il quartiere Montesanto è in lutto, A.F. era molto conosciuto e benvoluto, un uomo gentile ed educato. “Non si può andare avanti così, siamo alla mercé dei delinquenti”, lamentano le persone che abitano in zona. Una zona diventata da tempo fortemente a rischio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *