Spread, Giorgetti minaccia la bomba atomica: «Vietare le vendite allo scoperto»

martedì 20 novembre 20:36 - di Redazione

«Bisognerebbe iniziare a vietare le vendite allo scoperto anche in Italia’» dei titoli di Stato. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ai microfoni di Repubblica tv , a margine di un’iniziativa al Corriere dello Sport, commentando lo spread salito a 326. La vendita allo scoperto, chiamata anche “short selling”, è l’operazione finanziaria che prevede la vendita di strumenti finanziari non posseduti con un successivo riacquisto. Gli investitori decidono di fare questa operazione quando vogliono scommettere “contro” l’andamento di un titolo, cioè sul suo ribasso nel futuro. Per l’Italia, in questo momento, si tratterebbe di un un provvedimento di tipo straordinario, un’arma “non convenzionale” , una “bomba atomico” perché interverrebbe direttamente e pesantemente sul mercate finanziario. Cin esiti imprevedibili…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *