Salerno, litiga con dei giovani in discoteca e poi li aspetta per investirli

Dopo una lite in discoteca ha investito con l’auto alcuni giovani: sette persone sono rimaste ferite, una in maniera più grave. È accaduto a Cava de’ Tirreni (Salerno) e il ragazzo al volante, un 18enne di Pagani, è stato arrestato per tentato omicidio dalla polizia di Cava de’ Tirreni. Un poliziotto penitenziario, presente al momento dell’accaduto, ha bloccato il 18enne, che è stato poi preso in consegna dai poliziotti e identificato. Ascoltati anche diversi testimoni. Da quanto ricostruito dalla polizia, durante una festa in discoteca, era scoppiata una lite tra ragazzi e un gruppo di giovani, tra cui il 18enne, era stato cacciato dal locale. Il 18enne a quel punto, uscito dal locale ha trovato una ruota della sua auto bucata, ha quindi chiamato il padre chiedendogli aiuto. Quest’ultimo è arrivato sul posto con una Fiat 500 e ha iniziato a cambiare la ruota.

A quel punto il 18enne è salito sulla Fiat 500 del padre e, dopo aver fatto inversione di marcia, si è allontanato di circa cento metri, ha girato nuovamente il veicolo e si è lanciato a forte velocità verso i giovani in uscita dalla discoteca, investendone sette. Nell’azione è finito anche sul marciapiede danneggiando altre auto parcheggiate e terminando la corsa contro un palo della luce. Dei sette giovani feriti, sei hanno riportato lesioni giudicate guaribili con una prognosi dai 5 a 8 giorni, mentre uno, 19enne di Cava de’ Tirreni, è stato ricoverato in prognosi riservata per gravi fratture al bacino. Anche il padre dell’arrestato è rimasto contuso con una prognosi di cinque giorni. Il 18enne è stato arrestato per tentato omicidio ed è finito ai domiciliari.