Ritrovato nell’Altantico il sottomarino argentino scomparso un anno fa

sabato 17 novembre 9:50 - di Mia Fenice

Individuato nell’Atlantico il relitto del sottomarino militare argentino San Juan scomparso dal 15 novembre 2017 con a bordo 44 persone di equipaggio.La Marina e il ministero della Difesa hanno reso noto che a individuare il relitto è stata la nave privata americana Ocean Infinity, che dallo scorso settembre opera per la ricerca (con un contratto esteso fino al prossimo febbraio), e un suo minisottomarino inviato a 800 metri di profondità. «La nave di Ocean Infinity ha deciso di fare una nuova ricerca e grazie a Dio, ha trovato l’area» dove affondò l’unità militare, ha spiegato al canale televisivo argentino Todo Noticias il portavoce della Marina, Rodolfo Ramallo.

Il sottomarino argentino scomparve mentre si dirigeva da Ushuaia a Mar del Plata. Il mezzo prese parte ad alcune manovre nel porto meridionale di Ushuaia e il 13 novembre ripartì per Mar del Plata, un viaggio in cui, a circa 400 chilometri dalla costa e due giorni dopo, fece la sua ultima comunicazione. Ore prima, il comandante avvertì di un guasto causato dall’entrata di acqua, attraverso un condotto di ventilazione, che finì nello scompartimento delle batterie elettriche e produsse un incendio. San Juan non arrivò mai al porto, dove era atteso il 19 novembre.  Prese poi il via un’operazione di ricerca senza precedenti in Argentina, coinvolgendo navi provenienti da Russia, Gran Bretagna e Stati Uniti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 17 novembre 2018

    Almeno le famiglie avranno una tomba su cui sistemare un fiore con una preghiera. Questi purtroppo sono i rischi dei marinai. Riposino in pace