Paura alla stazione, 18enne rom tenta di violentare una donna. Poi sputa ai carabinieri

La segue, la stringe, la minaccia. Solo l’intervento degli autisti della stazione ferroviaria di Fara Sabina, in provincia di Rieti,  hanno impedito il peggio. I carabinieri della stazione di Montelibretti hanno arrestato un 18enne, di origini romene e già noto alle forze dell’ordine, per tentata violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane è stato individuato al termine di ricerche sviluppate a seguito della denuncia di una 19enne reatina che riferiva di essere stata molestata nei pressi della stazione ferroviaria di Fara Sabina, dove il 18enne rom l’aveva stretta a sé minacciandola, riuscendo a liberarsi solo grazie all’intervento di autisti della compagnia di trasporti locale presente nelle vicinanze.

La descrizione fornita dalla vittima e l’esame dei filmati dell’impianto di videosorveglianza della stazione, consentiva ai Carabinieri di rintracciare il molestatore dopo poche ore, all’interno di un esercizio commerciale di via Garibaldi a Fara Sabina. L’uomo si è ribellato al tentativo di  identificazione ed ha dato in escandescednza, spintonando ripetutamente i carabinieri, oltraggiandoli con frase minacciose e sputi, prima di essere definitivamente bloccato e ammanettato. L’arrestato è stato trasferito nel carcere di Rieti, a disposizione dell’autorità giudiziaria.