Minniti all’attacco di Salvini: “Sui migranti ha agito come Hulk”

«Salvini ha fatto troppo l’elefante in cristalleria, ma se vogliamo essere forti nel Mediterraneo è più utile l’Uomo ragno che Hulk». Così l’ex ministro dell’Interno, Marco Minniti, a Nemo su Raidue, parlando di migranti. Minniti, che punta alla leadership del Pd, ha avuto il suo spot anti-governativo vantandosi dell’attività svolta al Viminale.  «Il governo dei flussi migratori con umanità e sicurezza, con un meno 80% degli sbarchi e i corridoi umanitari, sono fiero di averlo fatto con il mio governo», ha detto Minniti facendo un calcolo personalissimo. «Salvini ha sbagliato a non fare ancora i corridoi umanitari, che sono rimasti lì», ha aggiunto l’ex ministro dell’Interno.  Non solo Uomo ragno, nell’atteggiamento da supereroe, Minniti s’è vantato addirittura di essere stato lui un modello per Salvini. «Io rincorro la destra? La destra ha rincorso Minniti, perché ho fatto prima io il ministra dell’Interno».

Minniti pronto a candidarsi alla segreteria Pd

Sulla eventualità di candidarsi alla segreteria Pd, Minniti ha lasciato intendere che tutto propende in tale direzione. «Una percentuale? 51 a 49 mi candido». «Io lo vorrei dire con tutto il cuore ma non ho deciso perché gatta frettolosa fa i gattini ciechi», ha aggiunto Minniti.  «Se D’Alema vuole tornare è un caro compagno e un caro amico, ma al momento non vuole tornare», ha proseguito il politico che ha iniziato la sua carriera proprio nella corrente dalemiana.  «Ci sono pezzi della nostra vita che non possono essere mai cancellati e con D’Alema abbiamo vissuto pezzi di vita indimenticabili. Si può essere su posizioni politiche differenti ma restare amici», ha aggiunto l’ex ministro.