Legittima difesa, Meloni: «La legge è imperfetta, troppi compromessi con il M5S» (video)

giovedì 29 novembre 15:12 - DI Augusta Cesari

Il caso del gommista Fredy Pacini indagato per eccesso di legittima difesa impone un’accelerazione sulla legge sulla legittima difesa. Ma Giorgia Meloni non si accontenta di un’accelerazione ed entra nella sostanza del provvedimento. Si sta lavorando a una legge che sta rischiando seriamente di diventare una «legge imperfetta». Giorgia Meloni esprime tutto il suo rammarico sulla normativa sulla Legittima difesa, che rischia di mantenere intatte «tutte le criticità della legge precedente che si intende migliorare», spiega la leader di FdI: «in primis rimane la discrezionalità del giudice  e poi rimane irrisolto il problema della commisurazione dell’offesa e della difesa». «Questi due elementi rimangono sostanzialmente inalterati. Pertanto FdI chiede a questa maggioranza di essere più coraggiosa».

«Attenzione», è il richiamo di Giorgia Meloni. «Noi stiamo lavorandoalla legge per cercare di migliorarla, ma evidenziamo che il continuo compromesso della Lega con con il M5S impedisce che venano superati i problemi della precedente legge. Rischamo di trovarci al punto di partenza». Quindi, ancora un richiamo. «Il governo sia più coraggioso»

Commenti