Kyenge fonda il partito degli africani d’Italia: “Dobbiamo farci valere” (video)

mercoledì 7 novembre 15:51 - di Davide Ventola


«Nasce “Afroitalian Power Initiative”, per dare voce a chi voce non ne ha. È tempo di farsi valere». Lo annuncia sulla sua pagina Fb Cecile Kyenge, che ha deciso di fare appello agli africani d’Italia.

Nasce Afroitalian Power Initiative

Quello annunciato dall’eurodeputata eletta con il Pd sembra a tutti gli effetti un nuovo partito, anche se nel post la parola partito viene omessa. «È tempo di dimostrare che ci siamo – prosegue la Kyenge – Contro i soprusi e la discriminazione, per un futuro e un presente di rispetto, coesione, benessere e pace sociale».

Più Malcom X che Martin Luther King

Per essere ancora più chiara e per palesare la funzione politica (e probabilemnte elettorale) la Kyenge precisa: «Viviamo un momento storico in cui il rispetto della nostra identità di afro-italiani e dei nostri diritti sono costantemente messi a repentaglio: c’è chi vuole impedire ai nostri figli di usufruire dei servizi scolastici, c’è chi ci discrimina per il colore della pelle, c’è chi ci impedisce di vivere da persone libere». Da qui l’adunata, la chiamata alle “armi”, che suona piuttosto bellicosa con quel termine “Power” (Potere) che evoca il black power e certi bellicosi movimenti afroamericani. 

La Kyenge chiede più potere per gli Africani d’Italia

Detto in parole più esplicite, l’appello non evoca il modello non violento di Martin Luther King, ma quello tutt’altro che soft di Malcom X. Il movimento di quest’ultimo (edulcorato dal film con Denzell Washington) era infatti composto da soli neri (islamici), che rivendicava la proprie radici africane e che legittimava la violenza politica.

«AfroItalian Power Initiative – prosegue la Kyenge – vuole esprimere un nuovo approccio alla partecipazione politica, sociale ed economica degli afro-italiani, e serve per raccontare una storia diversa: una storia fatta di partecipazione, orgoglio, riscatto – a partire dai protagonisti della Diaspora Africana, che in Italia contribuiscono in modo fondamentale al benessere del Paese». Da qui il primo appuntamento: «Questo weekend a Modena parleremo di di cittadinanza, diritti, opportunità lavorative e imprenditoriali, protagonismo politico, autoaffermazione civica. Vi aspetto!». La battaglia politica è appena iniziata.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Riccardo 8 novembre 2018

    Normale, non trovando più neanche un partituncolo che le garantisse uno scranno in politica, sfrutta la sua razza per continuare a pesare sulle nostre spalle. Una volta provato stipendio e privilegi della politica non se ne può più fare a meno, nessuno escluso. Pensasse a raccogliere le deiezioni del suo cane, almeno in questo dovrebbe essere capace.

  • Fabio 8 novembre 2018

    Cosa fa pensare a quella presuntuosa che noi si abbia bisogno degli africani??? Ma chi li vuole? Chi li ha chiamati? Nessuno può imporci l’accoglienza, essa non è un dovere ma una gentile concessione! E poi, faccio presente alla signora, il nome scelto dovrebbe essere in italiano, non in inglese!

  • ettore don 8 novembre 2018

    mancavano gli africani in politica!!!!

  • Alessandro 8 novembre 2018

    “Gli africani in Italia contribuiscono in un modo determinante del paese”, dice ahahahah parleremo di Diriti…. e doveri???? perchè non parli di doveri? tipo non delinquere? Basta!!!!! Basta!!!!

  • Luca 8 novembre 2018

    ma nessuno ha mai impedito in Italia ciò che dici, quindi, riscatto di cosa?
    Il fatto che tu possa fare il lavoro che fai, ne sei l’esempio…
    diversamente, non vedremmo questo video!
    A mio parere sei la persona più sbagliata che possa esprimere queste parole fuori luogo!
    Non ha senso ciò che hai esposto proprio per le cariche che copri e hai coperto, non ha senso ciò che esponi perché in Italia hai avuto appunto, la possibilità di esprimerti liberamente ….SEMPRE!

  • Lucia 8 novembre 2018

    di che valori parla questa, mica sono stati deportati? Si tolga dai…tre passi lei e tutti i suoi accoliti, noi non li vogliamo!!

  • Giuseppe Tolu 8 novembre 2018

    Fatti valere in Africa, sempre che tu ne sia capace.

  • Lisetta 8 novembre 2018

    No, dovete tornare in Africa

  • Pino1° 8 novembre 2018

    Sentite congratulazioni a tutto l’apparato dei centri sociali, della C.G.L. a Renzi, Gentiloni, Boldrini, Grasso e sopratutto a MATTARELLA che rappresenta e tutela tutti gli italiani che saranno riconoscenti a tutti loro e sodali, gli porteranno i semi dei fiori quando dipartiranno. Per concimazione e crescita verranno soddisfattivamente e amorevolmente ricordati a lungo dagli Italiani che hanno massacrato !

  • 8 novembre 2018

    Grazie per non avere approvato il mio commento, avete propio dimostrato che siete razzisti, non siete degni di usare la scusa del Fascismo e la Patria Italia….ogni persona in una democrazia e siete sempre in una democrazia. Al diritto alla espressione nella stampa…vergognatevi!!! Non siete degni!! Spero che nel futuro avrete la situazione di essere discriminati come siamo stati noi Italiani in America…allora capite velocemente quello che o dichiarato nel mio commento!!!

    • Redazione 8 novembre 2018

      Ci scusi Sig. Possentini, qual è il motivo per cui dobbiamo vergognarci? Lei, fino a prova contraria, ci accusa (e offende) ingiustamente e allegramente di razzismo perché, a suo dire, non abbiamo pubblicato un suo commento. A noi non risulta e comunque, come molti lettori possono confermare, pubblichiamo tutto quello che è civilmente pubblicabile. E delle considerazioni gratuite possiamo tranquillamente farne a meno.

  • Caesar 7 novembre 2018

    Ecco cosa hanno prodotto le sinistre anti-nazionali, anti-italiane e pro africanizzazione selvaggia del paese. Qui siamo solo agli inizi se non ci si oppone diventiamo ospiti a casa nostra.
    I principio che stanno applicando è semplice “Divide et Impera”.

    Revoca del passaporto italiano e alla Kyenge e rispedita in africa con un bel calcio nel c*****!
    Che fondi in africa il partito degli afro-africani per farsi valere (in africa) e non rompa.

  • Emanuela 7 novembre 2018

    Forse più potere agli africani dìItalia per non lavorare, per comtinuare a spaccuare a delinquere al guadagno facile, perchè lavorare è sudore … è l’unica etnia che NON fa niente, i filippini lavorano tutti, gli egiziani pure, gli indiani anche , i cinesi hanno tutti attività commerciali, gli africani spacciano …. hanno messo su organizzazioni solo legate alle loro mafie !!!

  • Italo carnera 7 novembre 2018

    Se vogliono lo scontro interetnico quello avranno, buon per noi prima ripuliamo l’Italia meglio è…

  • LA VERA RAZZISTA 7 novembre 2018

    Gia’ ero stanco-stremato delle politiche riguardanti l’immigrazione volute da sinistre e chiesa .
    La reazione si e’ basata boicottando le coop , la messa e l’8 per mille e altro di similare .
    Se passa l’iniziativa kyenge saro’ costretto di andare prima in psicoterapia poi me ne andro’
    definitivamente all’estero perche’ la fuga dalla “lebbra” e’ l’unico modo per sopravvivere .

  • 7 novembre 2018

    Scusate stupratori!!

    • 8 novembre 2018

      Il mio corretto nome è Rolando Possentini, la vostra pagina è sempre a ricarica e molto molto difficile a fare commenti…se è per eliminare i commenti siate chiari e diretti e non farò più i miei commenti!!!

  • 7 novembre 2018

    Non sono di accordo con i vostri commenti!!! Gli anni di schiavitu sono terminati!! La Kyenge vuole solamente aiutare gli immigranti cittadini Italiani…non vedete sempre nero nel vostro mondo…non siamo più nel medievale..questo lo vedo come aiutare Italia e rimpatriare gli stiratori e i violenti…con un senso di identità iAfricani ameranno più Italia e vedrete immigrare famiglie con il permesso…sinceramente non lo vedo come una situazione che va a distrugere il sistema Italiano…

  • Caigo 7 novembre 2018

    Si potrebbero scrivere tante cose politicamente corrette, si potrebbe tentare anche di capirne le ragioni, di quanto esposto nell’articolo, io trovo abberante che questa persona??anche solo dichiari quanto sopra.
    E noi qui a commentare e risponderci reciprocamente, per poi rileggersi provando autocompiacimento per quanto il nostro pensare ha prodotto.
    Basta! Finiamola di scrivere, chiudiamo con questo sterile modo di comunicare.
    Quanti ci hanno letto, quanti post non sono passati, quale utilità concreta ci da un social dove forse saranno in 10 ad aver letto il nostro pensiero, penso sia già tardi per fare qualcosa di concreto, visibile, che se ne parli.
    Pochi a loro rischio lo fanno, troppo pochi, è ora di passare dal social alla piazza!

    • Lucia 8 novembre 2018

      Di quale schiavitù parli? Questi arrivano delinquono, ci disprezzano e noi li manteniamo e/o trovano il solito Giudice compiacente che li assolve perchè in stato di bisogno e allora che ci portano? Se non ti piacciono i commenti il problema è solo tuo.

  • ZOMBI 7 novembre 2018

    E’ STATA AIUTATA , FAVORITA , ADOTTATA DA NOI MODENESI E QUESTO MI FA’
    VEEERGOGNAREEE DI ESSERLO . QUESTA E’ LA sua GRATITUDINE CHE
    RISPONDE PIENAMENTE A QUELLA DEI suoi COMPAESANI NEGRI .
    QUESTO E’ PURO RAZZISMO . UNICA POSSIBILITA : AIUTARE-SOSTENERE LE DESTRE .

  • Amedeo De Francisci 7 novembre 2018

    Nuovo obiettivo : togliere la cittadinanza italiana agli immigrati che già ce l’hanno,altro che farli deputati !

  • antonio 7 novembre 2018

    ma vai a c*****

  • Claudia 7 novembre 2018

    Mi sembra che l’odio e la separazione la stia proprio creando lei

  • chicco 7 novembre 2018

    …e siamo solo all’inizio, adesso anche un partito africano contro l’Italiano autoctono, saremo stranieri in Patria! Questi i danni che hanno combinato questi sinistri ad eleggere l’africana a deputato!

  • marco bianchi 7 novembre 2018

    Un qualcosa in Italia dal nome americano.Chissà se lo ha suggerito Soros. In altri paesi ci sono partiti islamici. È questo il destino dei paesi con una lunga storia di governi antinazionali.Gurdate la Francia,ma anche la Svezia e altri,per vedere il nostro futuro.E fdi si astiene dove astensione vuol dire no.Complimenti.

  • Francesco Ciccarelli 7 novembre 2018

    In passato il Governo statunitense voleva riportare in Liberia i discendenti degli schiavi di colore: se ci fosse riuscito, il Paese non avrebbe conosciuto tante tensioni. Penso che l’Italia dovrebbe agire nello stesso e rimandare i neri in Africa, prima che le cose peggiorino!

    • 7 novembre 2018

      Al tempo di Abraham Lincoln!!

    • 8 novembre 2018

      Si sei un grande razzista!!!

  • Francesco Ciccarelli 7 novembre 2018

    Il nome ricorda i gruppi dei neri americani che delinquevano, o erano ai margini della legalità. Spero che questo partito non nasca mai: rischiamo di trovare in Parlamento i cannibali e i mafiosi-vudù!

    • 8 novembre 2018

      Che sai tu di MalcomX hai vissuto in America durante quel periodo??? Quante volte voi in Italia usate la parola potere???

    • 8 novembre 2018

      Le tue parole sono basate su ignoranza razzista, ma va fai vergogna a Italia, la unica persona cannibale e lei!

      • Bobby 8 novembre 2018

        Quando hai finito il virtue signalling, vatti a fare un giro di notte in stazione con tua figlia, poi mi dici.