Insulti in tv alla Mussolini: «Salvini mi fa schifo quasi quanto tuo nonno»

Scontro tra Alessandra Mussolini e la scrittrice Barbara Alberti,  durante la prima puntata di Piero Chiambretti La Repubblica delle donne su Retequattro. Alessandra Mussolini parla dell’immigrazione: «Bisogna che accolga tutta l’Europa, non solo l’Italia. Adesso c’è un governo che, devo dire, mi “piaciucchia” perché per la prima volta, quando il ministro dell’Interno Salvini ha detto: “Basta, chiudiamo i porti italiani” avreste dovuto vedere la faccia che hanno fatto gli europei in Parlamento. Hanno capito tutti che l’Italia si è svegliata e che non possono più fare come gli pare. Anche l’Italia dice no, e ha fatto bene e lo deve continuare a fare».

Parole che non sono piaciute all’Alberti, che è passata all’attacco: «Mi è capitato, anni fa, di avere una discussione con la signora Mussolini e sono scappata dallo studio. Questo è un programma molto divertente e non vorrei parlare di cose serie, però lascio un pensiero: sono molto spaventata. Salvini, che è un “ducetto”, sta citando senza vergogna le frasi di Mussolini, ipocritamente attribuendole a D’Annunzio, come se non sapesse che D’Annunzio è l’autore di tutti gli slogan del Duce».

Battuta ironica della Mussolini: «Ti piaceva Renzuccio e la Boschi, che ti hanno fregato?». E la Alberti: «No, ma [Salvini, ndr] mi fa schifo quasi quanto Mussolini». L’europarlamentare prova a smorzare i toni: «Questa sera sono una “strega buona” e moderatissima”. Ma la Alberti: «Ma quale strega, lei è la nipote di Mussolini! Abbiamo la nipote di Mussolini in Parlamento!».