Ex calciatore della Roma e del Brescia rischia 4 anni di carcere per rapina

Recidivo, col vizietto delle rapine: nel marzo scorso era finito in carcere in Belgio Ismail H’Maidat, ex calciatore di origine marocchine che vanta un passato nei campionati italiani di calcio, tra serie A e B. Ieri è arrivata la richiesta di condanna a 4 anni di reclusione per cinque rapine commesse in Belgio. Il marocchino naturalizato olandese, giovanissimo, appena 23 anni, è sotto processo ad Anversa. Il 1º febbraio 2016 venne ingaggiato dalla Roma, che lo girò in prestito all’Ascoli fino a fine stagione, con diritto di riscatto a favore dei marchigiani e contro opzione a favore dei giallorossi. Nella stagione seguente, rientrato a Roma, andò in prestito al Vicenza, per poi tornare a Roma e finire, nel gennaio 2017, in Belgio, nella seconda divisione.

H’Maidat era un pupillo del celebre agente Mino Raiola. Il giovane olandese è accusato di aver portato a termine ben cinque rapine, e in un mese esatto: tra il 25 dicembre del 2017 e il 25 gennaio di quest’anno, a Turnhout, a Geel e Ravels (sempre in Belgio). Il ragazzo si è sempre dichiarato innocente ma ora rischia una pesante condanna.