Eccolo Junker con una scarpa nera e l’altra marrone. E poi dice che uno…

venerdì 16 novembre 12:51 - DI Tano Canino

Ed eccolo lì il solito Junker! In piedi e con una scarpa marrone e una nera. Dopodichè, ci si può mai meravigliare se qualcuno si pone domande? Sappiamo bene che, Jean Claud Junker, presidente di questa ridicola Commissione europea per volontà della signora Merkel e dell’accordo spartitorio tra popolari e socialisti, non fa nulla, ma proprio nulla, per sembrare simpatico. Il problema è che nulla fa neppure per mostrarsi all’altezza dell’istituzione che presiede. O forse si? Insomma, dopo averlo visto barcollare reiteratamente e in più occasioni ufficiali, sorretto dalla prontezza dei suoi guardaspalle e persino dalla bonomia di alcuni colleghi, il lussemburghese che non perde mai occasione di bofonchiare contro l’Italia è ancora protagonista assoluto di un’ennesima ridicolaggine. Si presenta infatti (come da foto) con due scarpe ai piedi di diverso colore. Facendo così impazzire il web dove questa carnevalata è già virale. Il problema ovviamente non è il colore diverso delle scarpe di Junker. Il problema è la credibiltà di una Unione oramai ai minimi storici anche per colpa di certi atteggiamenti. Con una Commissione di burocrati e politici che, nel mentre si mostra con simili atteggiamenti da circo equestre, a noi italiani non smette di fare la predica e di dirci come e cosa è giusto fare e quanto e dove sbagliamo. La verità è che sono uno peggio dell’altro. E che se ne stanno accorgendo un pò tutti nel Vecchio continente. Anche se, tra uno Junker barcollante che usa un colore di scarpa per ogni piede e un Moscovici saccente che, dopo aver razzolato malissimo in casa sua, vuole imporsi in casa nostra, chi vinca la palma del peggiore francamente non è semplicissimo capirlo. Ma, è questa l’Europa. Almeno fino al prossimo maggio.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • antoniobott@tin.it 18 novembre 2018

    questo manipolo di alieni ha ridotto l’originario sogno europeo in una sorta di rave party … sono lupi travestiti da agnelli che purtroppo hanno ancora un seguito tra sinistrati con la sindrome di stoccolma … il voto di maggio è ancora più importante di quello nazionale.. a maggio “make Europe beautiful again”

  • puligiac@hotmail.com 17 novembre 2018

    Tutti i commenti su questi individui sono i benvenuti ma ricordiamoci che fino a Maggio ce li dobbiamo sopportare e – anche se ubriachi e pronti a darci addosso come l’altro – siamo costretti a chinare la testa perchè ci sono anche gli altri servetti ( austriaci, francesi olandesi ) che gli porgono la carta igienica. E sarebbe questa l’europa? C’è da vergognarsi!!!. Ma chissà quanto ci costerà caro
    il rifiuto di quelli che credono che sia arrivato il momento di dire basta a questo servilismo. Noi siamo ITALIANI !!! e nessuno ci può dire quello che dobbiamo o non dobbiamo fare a casa nostra!! e se c’è un alto prezzo da pagare, paghiamo pure ma USCIAMOCENEEEE A TESTA ALTA!!!!

  • flo.faso@libero.it 17 novembre 2018

    Due ubriachi ma chi c**** gli ha messi li?

  • pasquino.taiocchi@gmail.com 17 novembre 2018

    Sappiate dare la valutazione più opportuna quando andrete ad apporre il segno sulla scheda elettorale europea. Siamo nelle mire di fake burocrati che non smettono di criticare l’operato del nostro Governo.

  • vittorio.sciullo@libero.it 17 novembre 2018

    e della nostra moncherina non diciamo niente ??

  • serralisetta21@gmail.com 17 novembre 2018

    Arriverà maggio e lo mandiamo in pensione così può bere quanto vuole

  • giada2525@gmail.com 17 novembre 2018

    Eurocrati alla Juncker, alla Moscovoci sono solo dei burattini messi lì appositamente per fare gli esclusivi interessi di paesi come la Germania, Francia, Lussemburgo, ecc. che, cercando di dettare regole in nome dell’unione europea, in realtà VORREBBERO METTERE LE LORO ZAMPE SU PAESI COME IL NOSTRO PER POTERSI POI, IMPADRONIRE DELLE NOSTRE AZIENDE, INDUSTRIE ECC. PER QUATTRO DENARI , E FARCI DIVENTARE COME LA GRECIA, MA ORMAI IL LORO GIOCHETTO È STATO SCOPERTO!! Hanno fatto bene gli Inglesi ad uscire da questa unione europea tutta volta agli interessi di alcuni paesi e a discapito di altri!

  • ilnemicoalleporte@email.it 17 novembre 2018

    In certi quartieri della mia città potrebbero anche picchiarti 😀
    Il minimo è una presa per i fondelli per l’intera giornata e paghi il caffè a chiunque incontri, altrimenti sono “scappellotti” finchè non ti ritiri a casa, che è meglio 😉

  • beggio.sergio2014@libero.it 17 novembre 2018

    La UE devono imparare a comandare a casa loro. non in ITALIA.OK.

  • Giuseppe Forconi 17 novembre 2018

    Sicuramente era ubriaco aveva fatto colazione con la grappa, ecco perche’ ha due scarpe differenti.

  • Giuseppe Tolu 16 novembre 2018

    Ormai è perso, non riesce neanche più a riconoscere il colore delle scarpe. In che mani siamo! Per carità!

  • orlandofurioso25@gmail.com 16 novembre 2018

    IL SOTTOSCRITTO LE INDOSSAVA DA 20 ANNI, DA……..SANO.

  • Guicciardiluca@gmail.com 16 novembre 2018

    Dunker e la sciatica alcolica…la saga continua…

  • amerigo.lori@alice.it 16 novembre 2018

    Tutta colpa di quel maledetto Brunello, prodotto in Italia: bevuto a digiuno, vedi quello che provoca?

  • 16 novembre 2018

    Un idiota nato. Senza cultura…

  • raffword@gmail.com 16 novembre 2018

    Ritorno per un momento sul ruolo del Sig Junker per ribadire ancora una volta di evitare di guardare il dito e non quello che indica. Sono le Cancellerie Europee che non accettano la Manovra Italiana. Cordiali Saluti

    • Giuseppe Tolu 17 novembre 2018

      @Raffaele, sono convinto che a seguire il suo dito andrei a sbattere in pieno in uno dei tanti cartelli che indicano un’osteria, sicuro al 100%

    • sergio la terza 17 novembre 2018

      Qualcuno non lo ha capito come spiegarlo?

  • roccoangela60@yahoo.it 16 novembre 2018

    Questo onnipotente junker ,sta diventando lo zimpello d’Europa…in che mani siamo!!!scappiamocene prima possibile da questa UE e da questa gente.

    • airsodev@hotmail.com 17 novembre 2018

      Zimbello, non zimpello, gnurant