Crollo degli edifici a Marsiglia: “Tra i dispersi c’è una ragazza italiana”

Le ricerche tra le macerie continuano senza sosta. Ci sarebbe una ragazza italiana tra i dispersi del crollo degli edifici a Marsiglia. Lo scrive LaDEpeche.fr che cita le parole del dipendente di un bar situato di fronte alle palazzine crollate. «Il ragazzo – si legge sul sito – osserva le operazioni di ricerca tra le lacrime. Conosce bene una giovane italiana che viveva in uno degli immobili crollati e di cui nessuno ha più notizie da lunedì. È una ragazza geniale», dice di lei. Ma non solo. È stato trovato il corpo senza vita di un uomo al termine di una notte di ricerche minuziose. Ad annunciarlo è stato il procuratore della Repubblica di Marsiglia, Xavier Tarabeux, precisando che la vittima non è stata identificata, le operazioni di medicina legale devono essere ancora realizzate, così come «gli esami per l’identificazione».
«Abbiamo appena scoperto il corpo di un uomo deceduto sotto le macerie», ha annunciato il procuratore, precisando che tra «le cinque e le otto vittime» potrebbero essere sepolte sotto i due edifici crollati. Squadre composte dai 120 poliziotti e 80 vigili del fuoco sul posto continuano a sgombrare «minuziosamente con “la pala», ha spiegato il ministro dell’Interno, Christophe Castaner. «Abbiamo scoperto alcune sacche d’aria che lasciano sperare nella possibilità di trovare gente che può essere salvata”. “Bisogna far proseguire le operazioni», ha concluso.
Il crollo si è verificato in una via centrale di Marsiglia: in uno dei due palazzi vivevano circa dieci persone. L’altro, invece, era ancora in costruzione e quindi non abitato. Il sindaco Sabine Bernasconi ha indicato a Bfmtv che gli edifici erano in pessimo stato e vi era stata un’ordinanza che ne dichiarava la pericolosità.