Cartella record per Facebook: all’Agenzia delle Entrate 100 milioni di euro

giovedì 22 novembre 17:22 - di Redazione

L’Agenzia delle Entrate e Facebook siglano l’accertamento con adesione per chiudere la controversia relativa alle indagini fiscali condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, relative al periodo tra il 2010 e il 2016. E’ quanto si legge in una nota. Il percorso di definizione tra Agenzia delle Entrate e Facebook si è basato su una parziale riconfigurazione delle contestazioni iniziali, senza alcuna riduzione degli importi contestati, e darà luogo ad un pagamento di oltre 100 milioni di euro complessivamente riferibili a Facebook Italy Srl.

L’accordo con Facebook segue quello con altri colossi

Quello sottoscritto oggi con l’Agenzia delle Entrate è il primo accordo del genere della società a livello europeo. D’altra parte il fisco italiano ha già messo a segno importanti risultati con i colossi del web. Nelle casse dell’erario sono già arrivati oltre 700 milioni dagli accordi sottoscritti con Google, Amazon e Apple. Considerando anche l’accordo con Facebook l’incasso complessivo ammonta a oltre 824 mln. Ecco nel dettaglio gi accordi sottoscritti in precedenza ai quali si aggiunge quello odierno con Facebook. Google: Nel 2017 l’Agenzia delle Entrate e Google hanno siglato un accertamento con adesione per gli anni di imposta compresi tra i il 2009 e il 2013. In base all’adesione, Google ha accettato di pagare oltre 306 milioni di euro, comprensivi anche degli importi riferibili al biennio 2014 e 2015 e a un vecchio contenzioso relativo al periodo 2002-2006. Gli importi sono complessivamente riferibili sia a Google Italy che a Google Ireland.

Facebook ha ricavato in tre mesi 10 miliardi di euro

Cento milioni di euro sono noccioline se confrontate con i ricavi pubblicitari di Facebook che, solo nel primo trimestre del 2018, hanno superato gli 11,8 miliardi di dollari, in crescita del 50%. Il 91% del giro d’affari pubblicitario del social viene raccolto ormai sul mobile contro l’85% dei primi tre mesi del 2017. Facebook ha chiuso dunque il primo trimestre dell’anno con ricavi a quota 11,97 miliardi di dollari, in aumento del 49% rispetto allo stesso periodo del 2016, battendo ancora una volta, come accade puntualmente ad ogni bilancio, le attese degli analisti che stimavano un giro d’affari di intorno agli 11 miliardi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • adriano.agostini@fastwebnet.it 23 novembre 2018

    E’ una miseria: è appena l’1% quando le società italiane pagano il 33%!