Brunetta: «Di Maio in Cina? Patetico, un piazzista all’ultima spiaggia»

Un attacco a testa bassa, quello di Renato Brunetta nei confronti di Giggino il vicepremier che va all’esterno e inanella gaffe. «Sfiora il patetico Luigi Di Maio quando in Cina, dopo aver storpiato il nome del presidente cinese con la consueta cialtroneria, rivendica una manovra di bilancio orientata alla crescita economica e come riprova cita gli sgravi fiscali e contributivi da 40mila euro per le piccole e medie imprese che si doteranno di un innovation manager», afferma l’esponente di Forza Italia. «Al di là del merito concreto della norma, si tratta di una misura che la Legge di Bilancio finanzia per 25 milioni nell’ambito di una manovra di quaranta miliardi, in deficit per oltre 27 miliardi e che finanzia aumenti di spesa previdenziale e assistenziale per 18 miliardi». A giudizio di Brunetta, responsabile della politica economica di Forza Italia, «nemmeno un piazzista all’ultima spiaggia davanti a potenziali acquirenti che giudica sprovveduti utilizzerebbe un articolo che vale circa lo 0,05% del suo campionario per descrivere la qualità della sua mercanzia». L’esponente azzurro aggiunge: «Da italiani e tifosi dell’Italia preghiamo il vicepremier Di Maio di risparmiare questi penosi siparietti quando va all’estero in importanti paesi a rappresentare la nazione e di tenerli solo per noi, se proprio deve».