Brasserie 28 Caulier – Roma

Brasserie 28 Caulier
Via Flaminia, 525 – 00191 Roma
Tel. 06/99709481
Sito Internet: www.caulier.be

Tipologia: brasserie
Prezzo: 32€ per due piatti salati, un dolce e una birra
Giorno di chiusura: Lunedì

OFFERTA
A poco più di un anno dall’apertura, sintetizziamo la sensazione che la visita alla Brasserie 28 Caulier ci ha lasciato nella definizione “bello, ma non balla”. I numeri ci sono tutti: la presenza in società di Paolo Parisi, noto per le pregiatissime uova delle sue galline livornesi, e le ottime birre a marchio Caulier (con tanto di low carb e gluten free), con relativo esercito di spillatrici e bottiglie che riempie gli occhi di chi varca la soglia. Il menù è in grado di appagare sia chi viene qui per cena, sia chi ha voglia di uno sfizio con cui accompagnare una buona birra: si dà giusto risalto alle uova di Parisi (anche se, con uova del genere, ci saremmo aspettati di trovare anche la carbonara), ma anche alla carne, cucinata con il “Forno Parisi”, che le conferisce particolare aromaticità. Quanto promesso viene mantenuto solo in parte all’assaggio, se si esclude una steak tartare davvero impeccabile: l’uovo assoluto al tartufo avrebbe potuto essere meglio valorizzato da una cottura diversa dal padellino, la tiella di verdure (da non confondersi con quella di Gaeta) era buona, ma accompagnata da un hummus troppo leggero, come anche i felafel, sfiziosi ma serviti con uno tzatziki un po’ delavé. Molto unte le patate fritte, arrivato freddo in tavola il profumato flank steak (bavetta di manzo cotta a bassa temperatura), accompagnato da una salsa BBQ sbilanciata verso il dolce. Meglio il birramisù, nel quale però la birra è appena percepibile.

AMBIENTE
La cifra stilistica di un valido studio di architettura è evidente: il locale dispone di due piani. Al piano terra l’imponente bancone è affiancato da una saletta con divanetti e un dehor.

SERVIZIO
Attento e solerte.

Recensione a cura di: Il Saporaio – La Pecora Nera Editore –