Ai vertici dei Radicali elette tre donne (ma la Bonino resta fuori)

Il XVII Congresso dei Radicali italiani si è concluso con l’elezione dei nuovi vertici: Silvya Manzi alla segreteria, Antonella Soldo tesoriere e Barbara Bonvicini presidente.  «Sono stati 3 anni molto impegnativi e faticosi. Ma sono stati anche anni stupendi, nei quali ho sentito la vicinanza di una comunità politica e di compagni che voglio ringraziare». Così il segretario uscente Riccardo Magi nella sua replica all’assise congressuali. Magi non era ricandidabile per statuto alla carica di segretario perché incompatibile con quella di parlamentare che ricopre dallo scorso marzo, eletto con +Europa. Per lo stesso motivo non era eleggibile Emma Bonino, che è senatore. «Io sto imparando a fare il deputato – ha proseguito Magi – e voglio metterci tutto l’impegno per fare il deputato radicale, perché credo ce ne sia particolarmente bisogno, ma Radicali Italiani potrà continuare a contare sul mio aiuto e la mia militanza», ha concluso Magi.

Congresso dei Radicali: Silvya Manzi nuovo segretario

«Si apre una nuova stagione all’insegna di nuove proposte referendarie, a cominciare da domenica prossima con il referendum a Roma sull’Atac. E l’anno prossimo avremo le elezioni europee che sono un appuntamento epocale». Queste le prima parole di Silvya Manzi da segretario dei Radicali italiani. 

L’intervento pre-congressuale di Antonella Soldo