Un altro nigeriano “in fuga dalla guerra” arrestato perché spacciava eroina

I carabinieri del Norm hanno arrestato nel pomeriggio di ieri a Montale (Pistoia) un cittadino nigeriano per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. L’arresto è maturato nell’ambito di un servizio antidroga predisposto in via XXV aprile a Montale, dove nei giorni scorsi era stata segnalata la presenza sospetta del nigeriano. L’uomo , A.E.I., 26enne richiedente asilo politico per motivi politici o militari, senza fissa dimora e con alcuni precedenti di polizia a suo carico, è stato sottoposto a controllo mentre si tratteneva nei pressi di un esercizio commerciale della zona apparentemente per chiedere l’elemosina. Nascosti negli slip gli sono stati trovati due involucri con una ventina di grammi di eroina e circa settecento euro in contanti che sono stati sequestrati insieme allo stupefacente. Dopo la formalizzazione dell’arresto negli uffici del comando provinciale di viale Italia a Pistoia è stato trasferito nel carcere di Santa Caterina.

Qualche giorno fa, sempre a Pistoia, era finito in manette G.W., nigeriano di 37 anni, sorpreso mentre spacciava all’interno del parco di Villa Ankuri al confine fra Buggiano e Massa e Cozzile. Nascondeva la droga nel suo intestino, 350 dosi di eroina.