Trump: «I dem sono i nuovi socialisti. E il socialismo porta miseria e sofferenza»

«I nuovi democratici sono estremisti socialisti. E vogliono trasformare l’economia dell’America sul modello del Venezuela». È quanto scrive Donald Trump, in un articolo su Usa Today. Il presidente, in vista delle elezioni di midterm del prossimo novembre, avvisa gli elettori di quello che tratteggia come uno spostamento su posizioni estremiste degli avversari democratici. «Il partito centrista democratico è morto», afferma il presidente.

L’appello agli over 65

Nell’articolo fa l’esempio in particolare delle proposte del Medicare for all, una sorta di assistenza sanitaria universale. Queste proposte sono presenti nei programmi di molti candidati della sinistra democratica che si sono imposti nelle primarie. E il monito di Trump è rivolto soprattutto agli elettori over 65, che sono finora gli unici a godere del Medicare: «Il piano dei democratici significa che dopo una vita di duro lavoro e sacrifici, gli anziani non potranno più contare sui benefici che gli sono stati promessi perché il Medicare per tutti significherebbe in realtà Medicare per nessuno».

L’attacco di Trump ai “nuovi socialisti”

L’affondo finale: «Se i democratici vinceranno il controllo del Congresso questo novembre saremo pericolosamente vicini ad avere il socialismo in America – afferma ancora Trump – l’assistenza sanitaria controllata dal governo sarà solo l’inizio. I democratici vogliono il controllo del governo sull’istruzione, il business privato e altri settori dell’economia Usa. Ogni cittadino sarà danneggiato da questo radicale cambiamento nella cultura e nella vita americana – conclude Trump – praticamente in ogni luogo dove è stato provato il socialismo ha portato sofferenza, misera e decadenza».